Il nuovo Princess 70 è un flybridge equilibrato e di classe come…uno yacht inglese

Il costruttore britannico, parte del gruppo del lusso LVMH, presenta il Princess 70, ultimo arrivato nella gamma Flybridge. E’ una combinazione di diversi elementi, che ne fanno uno yacht molto equilibrato con un sundeck ampio e proporzionato.

Il Princess 70 si inserisce nella vasta gamma di modelli del costruttore inglese come ammiraglia della famiglia F (per Flybridge, of course). Le linee esterne portano l’inconfondibile family feeling sottolineato dalla forma degli oblò dello scafo (anche se in realtà è più opportuno definirli finestre…).


Ovviamente non si tratta solo dell’aspetto: uno dei requisiti del progetto era la possibilità di vivere lo yacht in modo flessibile e pratico. Questo, e la libertà di effettuare lunghe crociere grazie all’efficienza del progetto.

Partendo dall’alto

Il flybridge di 26 mq offre una grande area pranzo con sedute a forma di U, servita da un wet bar completo di grill. A poppa c’è l’immancabile prendisole, e nei pressi della timoneria una zona salotto che si trasforma anch’essa in solarium. Scendendo sul ponte principale, la posizione arretrata della cucina serve comodamente anche il pozzetto, offrendo la possibilità di scegliere tra due luoghi in cui sedersi per mangiare: uno più socievole e informale all’aperto, e uno più intimo ed elegante nel salone. I due spazi possono essere facilmente separati, grazie alle grandi porte scorrevoli in vetro. Le finestre panoramiche ai lati, poi, riempiono lo spazio di luce naturale. Più a prua del salone ci sono due ulteriori sedute, con uno schermo TV da 49 pollici completo di e sistema di intrattenimento A/V. Una porta laterale consente al pilota di accedere al passavanti, mentre la plancia – dice Princess – sarà dotata della più sofisticata elettronica Raymarine.

Nella parte più riparata dagli sguardi altrui, ovvero la prua, c’è un altro divano con un tavolo e un grande prendisole.

Lo scafo a deadrise variabile offre
elevata portanza e bassa resistenza
idrodinamica, consentendo a

Princess 70 di raggiungere la
planata a velocità relativamente basse

Il ponte inferiore vanta 4 cabine, tra cui un full-beam master a poppa con accesso privato dedicato, una cabina VIP a prua e 2 cabine ospiti doppie a centro barca. Gli oblò citati prima, che appunto possono essere considerati vere e proprie finestre, corrono tutt’intorno ai lati dello scafo e assicurano alle cabine la luce e la ventilazione desiderate su uno yacht di 21 metri. A poppa estrema invece c’è l’alloggiamento della cabina marinaio con il suo bagno.

Lo scafo a deadrise variabile della linea Flybridge è stato sinora garanzia di buon comportamento dinamico ed efficienza, con una stellatura che offre elevata portanza e bassa resistenza idrodinamica: questo consente a Princess 70 di raggiungere la planata a velocità relativamente basse, anche se attendiamo ancora un riscontro strumentale da test in mare. Quanto alle prestazioni assolute, il 70 e dovrebbe raggiungere i 36 nodi con due motori MAN V12 da 1400 cv. Una riserva di carburante da 4.100 litri assicurerà senz’altro una crociera a lungo raggio, allargando le opzioni e la sensazione di libertà quando si lascia il porto.

Princess 70 sarà ufficialmente lanciato a settembre 2018 in occasione del Cannes Yachting Festival, dove probabilmente sarà esposto anche il recente V60. Quanto al nostro Paese, sicuramente i nuovi modelli saranno visibili anche a San Remo presso la sede del nuovo dealer italiano.

Notizie correlate

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Copyrıght 2020 BoatMag. All Rights Reserved.