Novità 2019: la virtù sta nel mezzo con Invictus 320 GT, il terzo modello della serie

Si inserisce fra il 280 e il 370: è il terzo nato della gamma GT e si chiama semplicemente Invictus 320 GT. Vuole unire maneggevolezza e spazio, con singola o doppia motorizzazione.

Fra la miriade di novità che vedremo al prossimo Cannes Yachting Festival, un occhio sicuramente va tenuto sul nuovo Invictus 320 GT. Il Cantiere italiano infatti sta riscuotendo un grande successo con i suoi eleganti motoscafi disegnati da Christian Grande, e la gamma GT è certamente fra le più iconiche grazie alla prua semi-rovesciata e al taglio della coperta, con la falchetta che scende verso poppa resa ancora più filante dalla forma delle finestre a murata.

Per ora ne parliamo, presto lo proveremo

Il modello si inserisce a meta fra la 280 GT, di cui vuole riprendere la maneggevolezza e le prestazioni, e la 370 GT (qui l’esclusiva versione Anna Fendi), con cui condivide lo sfruttamento degli spazi volto a massimizzare la comodità.
Il layout di coperta prevede un prendisole in pozzetto estensibile usando il divanetto della dinette. Quest’ultima è servita da un tavolo e si affaccia su un mobile stand-up che accoglie una vera e propria cucina dotata di frigorifero, ice maker, grill e lavandino. Il tutto però celato dietro a sportelli che mantengono intatta la purezza delle linee.

Il pozzetto può essere protetto grazie a un tendalino a scomparsa di serie; tra gli optional di Invictus 320 GT spicca però un hardtop in carbonio (lo vedete in alcuni rendering) che può ulteriormente estendere la propria ombra tramite un tessuto traforato sostenuto da pali in carbonio.

L’armatore ha a disposizione diverse scelte cromatiche.
Il programma Atelier Invictus
poi consente di personalizzare una
grande selezione di dettagli

A prua, il grande prendisole è dotato di poggiatesta sulla tuga per emulare delle vere e proprie chaise longue, la zona è ulteriormente arricchita da diffusori audio e portabicchieri.

All’interno Invictus 320 GT prevede una dinette trasformabile lungo la murata di sinistra contrapposta a un mobile. A poppa, la cabina matrimoniale open space sfrutta la discreta altezza data dall’architettura di pozzetto, senza appesantire il profilo della barca, che da fuori appare come detto snello e filante, anche aiutato dalle finestre longitudinali. Completa gli interni un bagno separato che permette di effettuare crociere di qualche giorno.

L’armatore ha a sua disposizione diverse scelte cromatiche, come tipico per Invictus, e il Cantiere ci dice che dalla prossima stagione la gamma di colori sarà ulteriormente ampliata. Il programma Atelier Invictus poi consente di personalizzare una grande selezione di dettagli.

Per Invictus 320 GT è previsto un ampio range di motorizzazioni entrobordo con piede poppiero, benzina o diesel, in installazione doppia o singola, fino a una potenza massima di 700 cavalli. Il debutto quindi è per l’11 Settembre a Cannes, e noi abbiamo già in programma il test in acqua per raccontarvi com’è e come va grazie a Nautica Bertelli (dealer Invictus per il Centro-Nord Italia, Austria e Svizzera) a Paratico (riva sud del lago d’Iseo).

I numeri di Invictus 320 GT

  • Lunghezza f.t. …………… 9.97 m
  • Baglio …………… 3 m
  • Riserva carburante …………… 640 l
  • Riserva acqua dolce …………… 130 l
  • Potenza massima  …………… 2×350 hp
  • Materiale di costruzione …………… fibra di vetro
  • Passeggeri …………… 12
  • Categoria CE …………… B
  • Exterior design …………… Chrisstian Grande
  • Costruttore …………… Cantieri Aschenez

Notizie correlate

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Copyrıght 2019 BoatMag. All Rights Reserved.