A pesca con la moto d’acqua? Si può con SeaDoo Fish Pro

Per pescare non sempre servono fishing boat importanti e blasonati. Lo si può fare anche da un pedalò o da un kayak e ora anche dalla SeaDoo Fish Pro!

Chi non pesca da terra ma dalla barca, sa che qualsiasi cosa (o quasi) che galleggi può fare al caso suo. L’importante è portarsi a una certa distanza dalla costa per fruire di profondità che ospitino le prede da insidiare. In questi ultimi anni abbiamo visto un po’ di tutto, compreso un pedalò attrezzato da pesca, kayak sempre più professionalmente attrezzati, al punto da dar vita a una vera e propria specialità, il kayak fishing, ma in effetti alle moto d’acqua non ci avevamo ancora pensato. Perlomeno in Italia visto che, negli USA già ci sono arrivati da un po’ di tempo. Così, al Salone di Genova, abbiamo avuto modo di trovare il SeaDoo Fish Pro all’interno del padiglione BRP, di cui il brand fa parte.

SeaDoo Fish Pro, perché no?

È sicuramente un’idea molto interessante, anche perché sotto il profilo pratico la moto non perde la sua configurazione principe e può quindi essere impiegata in un uso alternativo a quello primario. Motorizzata con un potente Rotax 1503 NA da 1500 cc, SeaDoo Fish Pro fa registrare un peso complessivo di circa 270 kg con una capacità di trasporto di tre persone e dimensioni di 3,73 metri di lunghezza per quasi 1,26 metri di larghezza.

Se si toglie la parte posteriore, è una moto d’acqua a tutti gli effetti, con in più la “chicca” di poter montare un apparato digitale Garmin Echomap Plus 62cv da 6” indispensabile per andare a pescare con tanto di trasduttore passante. L’altro display, montato proprio di fronte al pilota, è invece utile per fornire informazioni riguardanti la velocità, i giri, il tempo, temperatura, ECOmode e gestire il Trolling Mode, funzione di bassa velocità preregolabile tra nove posizioni, indispensabile per chi pesca. Il sedile è modulato per favorire gli spostamenti del pescatore e, sotto, c’è tanto spazio per sistemare le attrezzature, compreso un vano asciutto dove ricoverare il cellulare, che resta connesso, protetto e ricaricabile acquistando l’opzionale porta USB. Sono inoltre previsti dei rialzi laterali che hanno funzione di fermapiedi per garantire supporto al pescatore durante il combattimento.

Ma la vera differenza tra la SeaDoo Fish Pro e un’aquabike classica è a poppa. Qui infatti è stata aggiunta una piccola piattaforma che si estende verso l’esterno per circa 30 centimetri, dotata degli agganci LinQ che servono ad aggiungere accessori, senza trascurare la funzione di aumentare la stabilità, in particolare con mare mosso. Proprio dietro la seduta del passeggero c’è la vasca ghiacciaia, facile da montare e smontare, con capacità totale di 51 litri, corredata di quattro portacanne e del supporto per il fissaggio di lenze e artificiali.

La carena su cui tutto questo è installato è una ST3 in vetroresina, la cui forma è stata appositamente studiata per lavorare sul mare mosso. Completano l’elenco degli accessori della SeaDoo Fish Pro: una scaletta monogradino a poppa per favorire la risalita dal mare, un serbatoio carburante da 70 litri, l’iControl, l’Ergolock System, e l’High Performance VTS (Variable Trim System). Il prezzo? Con l’allestimento di serie che include già tutte le soluzioni per l’angler siamo intorno ai 16.000 euro.

Ma non solo pesca con le aquabike SeaDoo

Notizie correlate

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Copyrıght 2018 BoatMag. All Rights Reserved.