I motori Yanmar con tutta la loro tecnologia pronti per la stagione 2019

Il costruttore giapponese ha lanciato un nuovo propulsore al Boot. Ma l’intera gamma di motori Yanmar è in esposizione, con diversi modelli pronti a equipaggiare il mercato nautico nella prossima stagione.

I motori Yanmar sono stati una delle novità dell’ultima edizione del Boot Düsseldorf. Una gamma di propulsori completa, guidata dal nuovo 4LV250 diesel con piede poppiero, al suo debutto, che si è mostrato al fianco dei popolari e collaudati Yanmar 6LY e 8LV e del JH con common rail, la gamma per barche a vela.

Veloci, puliti, silenziosi

I propulsori della Casa giapponese sono noti per una ricerca volta a offrire buone prestazioni in termini di accelerazione, efficienza, funzionamento silenzioso e pulito, e per il basso livello di vibrazioni. Yanmar offre una gamma che copre gli utilizzi più disparati, dalle barche a vela ai tender, dai motoscafi ai mezzi adatti per sport acquatici e sci nautico.

Yanmar ha recentemente lanciato la nuova generazione del 4LV diesel, accoppiato alla trasmissione a piede poppiero ZT370. I livelli di potenza da 150 a 250 cv con entrofuoribordo ZT370 si aggiungono alle note versioni da 150, 170, e 195 cavalli, che raggiungono i 3500 giri/min, e a quelle più potenti da 230 e 250 cv con limitatore a 3800 giri.

Yanmar lancia la gamma 4LV con piede poppiero

Il record mondiale dello Yanmar 3JH40 Common Rail

La quarta generazione della serie 6LY combina le caratteristiche dei suoi predecessori con le tecnologie di ultimo grido per il conseguimento della massima efficienza con basse emissioni. Sono adatti a barche da crociera e soprattutto a quei modelli che offrono poco spazio in sala macchine.

Al tempo stesso, la famiglia ad alte prestazioni denominata 8LV è ideale per modelli sportivi e veloci, barche da sci e cruiser di lusso, con ottime caratteristiche di velocità e accelerazione e bassi livelli di consumi e rumore. Anche in questo caso il limitatore a 3800 giri/min è un valore ottimo se paragonato alla concorrenza, ma il dato è eccellente anche dall’altra parte del range operativo grazie a un minimo collocato a soli 550 giri.

Notizie correlate

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Copyrıght 2019 BoatMag. All Rights Reserved.