Cayman 27.0 Sport Touring by Ranieri International, non c’è limite al meglio

Nuovo modello su una misura conosciuta: il Ranieri International Cayman 27.0 Sport Touring segna un nuovo salto qualitativo.

Chi poteva pensare che Ranieri International si potesse accontentare del successo dei suoi Cayman non conosce la famiglia Ranieri e la sua volontà di continuare a crescere. Così, se già il Cayman 28 (che resta a listino) aveva alzato l’asticella rispetto ai modelli del debutto, con il 27.0 si è fatto tesoro dell’esperienza dell’ammiraglia 38.0 Executive per fare un ulteriore salto qualitativo. Ma adesso è il momento di provarlo.

Leggi l’intervista a Salvatore Ranieri

Cayman 27.0 Sport Touring, il test

La motorizzazione è affidata a una coppia di Suzuki DF200 che promettono di essere la soluzione ottimale, anche se un monomotore da 350 cv potrebbe essere una valida alternativa per risparmiare un po’. Il tutto è completato da una coppia di eliche 16”x21,5” a tre pale. Il mare è calmo, ma gli incroci della nostra scia mi permettono di verificare la robustezza della costruzione, che “suona” compatta, e anche l’efficienza della carena, che affronta sicura le onde con un passaggio morbido che non potrebbe lasciare più convinti. Il timone si mostra un po’ pastoso, ma lo scotto da pagare nel provare in anteprima delle novità è anche quello non trovarle sempre perfettamente a punto. Ma, vista l’esuberanza dei due Suzuki, non è detto che dover imprimere una forza maggiore per virare non possa essere un vantaggio.

La progressione dei due motori è decisa, a conferma che questa è probabilmente la soluzione ideale in termini di potenza e i due Suzuki sono certamente tra i migliori interpreti di questa categoria. La planata è raggiunta in poco meno di 4” e la velocità massima di 44 nodi in 23”, prestazioni fin troppo esuberanti a cui corrispondono dei consumi piuttosto impegnativi. Ma basta scendere a 30 nodi e 4500 giri per attestarsi sotto i 60 l/h che si riducono a circa 50 l/h a 4000 giri e 25 nodi: è in questo range che possiamo individuare la velocità economica di crociera. Per curiosità verifico anche la planata minima: 11 nodi a 2600 giri consumando 22 l/h.

Cayman 27.0 Sport Touring, a bordo

Il nuovo modello, nell’allestimento Trofeo (quello più completo), si presenta con un’accattivante coperta grigio scura dove la cuscineria turchese (che richiama un po’ quella dei Riva d’epoca) stacca e dona al tutto un aspetto originale, al di là del layout classico che più non si potrebbe. In effetti, è proprio nei particolari che il Cayman 27.0 Sport Touring fa la differenza. Il prendisole di prua nasconde un doppio gavone con a pruavia quello dell’ancora; l’elemento centrale, con l’apposito tubo, si trasforma in tavolo per una dinette che sfrutta anche la seduta frontemarcia. Comodo il musone di prua per l’accesso da questo lato.

La zona centrale, costituita da consolle e seduta con mobile cucina a poppavia, è certamente quella meglio riuscita, dove la cura del particolare è maggiormente percepibile. Bella la plancia, dove il monitor Simrad fornisce tutte le informazioni necessarie alla navigazione, anche quelle che sono ripetute dagli strumenti Suzuki. Il basso parabrezza circondato dal tubo inox è protettivo il giusto, mentre la seduta permette di scegliere la posizione di guida e risulta comoda in entrambe le soluzioni. Da notare che il frigorifero è sistemato a pruavia perché a poppa, oltre al piano a scomparsa con lavello e fornello, c’è una seduta ribaltabile comoda per allestire una dinette anche qui (non presente sul modello in prova).

A poppa trovo però più interessante segnalare la soluzione che permette di trasformare il divanetto a U in un secondo grande prendisole. Grazie all’ingegnoso sistema ideato da Ranieri International, non ci sono tubi e tavole che vagano per la barca, ma un sistema di cerniere e ripiani con gambe a scomparsa, ne affido la descrizione alle immagini della gallery. Lo stesso vale per la completa dotazione di gavoni con ombrinali e per le plancette di poppa che, grazie alla piattaforma davanti ai fuoribordo, permettono un agevole passaggio da dritta a sinistra, dove si trova la scaletta a scomparsa, anche questa una novità rispetto a quello che si era visto finora sui precedenti Cayman.

I numeri del Ranieri International Cayman 27.0 Sport Touring

Lunghezza ft …………………………… m 8,60
Lunghezza omologazione ……… m 7,95
Larghezza ……………………………… m 3,20
N. compartimenti …………………… 6
Diametro tubolari …………………… cm 65
Dislocamento …………………………… kg 1.800
Motorizzazione max ………………… cv 500
Motorizzazione ………………………… Suzuki DF200 2×200 cv
Serbatoio carburante ……………… l 420
Serbatoio acqua ……………………… l 80
Portata persone ……………………… 20
Omologazione CE …………………… B

Prestazioni

600 giri ………………… 2,9 nodi ………… 2,6 l/h ………… 52 db
1000 giri ……………… 4,4 nodi ………… 5,2 l/h ………… 56 db
1500 giri ……………… 6,3 nodi ………… 11 l/h ………… 60 db
2000 giri ……………… 8,0 nodi ………… 16 l/h ………… 63 db
2500 giri ……………… 11 nodi …………… 24 l/h ………… 68 db
3000 giri ……………… 17 nodi …………… 30 l/h ………… 74 db
3500 giri ……………… 22 nodi …………… 40 l/h ………… 76 db
4000 giri ……………… 27 nodi …………… 50 l/h ………… 79 db
4500 giri ……………… 31 nodi …………… 74 l/h ………… 81 db
5000 giri ……………… 35 nodi …………… 90 l/h ………… 83 db
5500 giri ……………… 37 nodi …………… 120 l/h ……… 85 db
6200 giri ……………… 44 nodi …………… 132 l/h ……… 85 db

Condizioni della prova

Mare calmo, carena pulita, carburante 400 l, acqua vuoto, equipaggio 5 persone

Il prezzo di listino sarà comunicato nei saloni d’autunno

Notizie correlate

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Copyrıght 2019 BoatMag. All Rights Reserved.