Schenker Watermakers presenta un nuovo dissalatore e inaugura la nuova sede

Ha da poco compiuto vent’anni e Schenker Watermakers si regala una nuova sede e un nuovo modello della linea Zen, presentato al Salone Nautico di Genova.

Schenker Watermakers ha saputo ritagliarsi una quota di espansione nel mercato nei dissalatori nautici, grazie anche a prodotti pratici e convenienti, come la linea Zen. Dopo 20 anni la crescita non si ferma, e l’azienda ha quindi deciso di spostarsi in un nuovo complesso industriale.

Crescita, in tutti i sensi

La struttura si trova a est di Napoli e si sviluppa su una superficie coperta di circa 1300 metri quadrati, dedicati ad assemblaggio e stoccaggio di dissalatori e parti di ricambio. A ciò si aggiungono tre piani di uffici, che includono perfino una palestra per i dipendenti e una sala per la formazione di dealer e tecnici con 40 postazioni e uno schermo multifunzione da 100 pollici.

Tramite questo investimento, certamente non di poco conto, Schenker Watermakers intende coprire in tempi più rapidi le richieste dovute all’incremento delle vendite e della rete distributiva.

Il mercato nautico ha finora premiato la nuova gamma Zen, dissalatori che si caratterizzano per semplicità, leggerezza e flessibilità di installazione. Altra peculiarità degli Zen è senz’altro il look, gradevole nonostante si tratti di un apparecchio destinato a locali tecnici o sala macchine. Le dimensioni risultano assai contenute con una profondità di circa 10 cm. Tutte queste caratteristiche hanno reso i dissalatori Zen molto adatti per imbarcazioni piccole o per quelle che lasciano poco spazio agli impianti aggiuntivi.

Grazie ad un sistema di recupero di energia particolarmente efficiente gli Schenker Zen producono molta energia in relazione alla potenza assorbita. Il modello base fornisce 30 litri/ora di acqua dolce con un consumo di 110 watt, mentre il modello superiore, ZEN50, produce 50 litri richiedendo 240 watt, e copre le esigenze di imbarcazioni di circa 45-50 piedi con equipaggi di 5-6 persone. La macchina è inoltre dotata della funzione “economy” che consente di dimezzare i consumi limitando la produzione di acqua dolce quando serve contenere l’assorbimento energetico a bordo. Il prezzo al pubblico della macchina, incluso il controllo a distanza e gli accessori, è di 4.985 euro, Iva esclusa, piuttosto competitivo rispetto a modelli dalla stessa portata.

Il Salone Nautico di Genova è stato scelto come palcosenico per il lancio dell’ultimo modello di Schenker Zen, capace di 100 litri / ora e adatto alle imbarcazioni medio-grandi.

Presto sulle pagine di Boatmag vi diremo di più su quest’ultimo dissalatore, così come vi abbiamo già raccontato molte delle specifiche tecniche degli altri Schenker Watermakers. Trovate tutto nei link qui sotto.

Schenker Watermakers: 20 anni di acqua dolce con Schenker ZEN

Il nuovo dissalatore Schenker ZEN 50 amplia la gamma dei modelli “minimal”

Notizie correlate

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Copyrıght 2019 BoatMag. All Rights Reserved.