Azimut Magellano 30 Metri, altri cinque metri sopra la nuova ammiraglia

Corsa al vertice nella linea Magellano di Azimut Yachts. Dopo il Magellano 25 metri, presentato al Cannes Yachting Festival 2020, il cantiere ha appena varato il nuovo modello al top di gamma, l’Azimut Magellano 30 Metri.

Era stato annunciato nel 2020 in contemporanea al lancio del Magellano 25 Metri e ora il Magellano 30 Metri ha finalmente toccato l’acqua ed è pronto per portare il suo armatore in lunghe navigazioni, senza preoccuparsi troppo delle condizioni meteomarine, grazie alla sua carena dual-mode.

Due anni per due nuove navette, che hanno alzato notevolmente l’asticella nella gamma Magellano di Azimut Yachts. Già il Magellano 25 Metri aveva fatto un balzo di 5 metri rispetto ai 20 di quella che era l’ammiraglia dell’epoca, il 66.

Ora altri 5 metri distanziano il nuovo modello di vertice da quello precedente, ma le firme di progettista e designer sono le stesse che hanno traghettato le ultime due navette di Azimut Yachts verso una nuova progettualità sia stilistica sia tecnica.

Chi sono i progettisti dell’Azimut Magellano 30 Metri

Si parla di Ken Freivockh, che ha creato il concept e le linee esterne, e di Vincenzo De Cotiis che, prima di essere il designer degli ultimi due nuovi Magellano, è un artista creatore di numerose opere, chiamato per la prima volta nella nautica per portare i suoi orizzonti a bordo del Magellano 25 Metri prima e di questo nuovo Azimut Magellano 30 Metri oggi.

Il risultato di Freivockh è una barca di grande raffinatezza, esaltata da una delicata contaminazione delle sue linee classiche con un sofisticato velo di contemporaneità e da grandi vetrate per ben 70 mq di superficie totale, dando così il “la” a Vicenzo De Cotiis, che ha fatto della continuità degli ambienti la sua filosofia di base nella creazione degli interni dell’Azimut Magellano 30 Metri, oltre che naturalmente anche del 25.



La lunghezza esatta del nuovo Azimut Magellano 30 metri è di 29,63 metri, lungo i quali si sviluppano cinque cabine, tutte con bagno privato, di cui quella armatoriale posizionata a prua del ponte principale, più altre tre destinate all’equipaggio, anch’esse con il proprio bagno e un living dedicato, perché nella prospettiva di lunghe navigazioni, anche l’equipaggio deve avere adeguati spazi di vivibilità.

L’Azimut Magellano 30 Metri a bordo, fra design esclusivo e layout di grande abitabilità

Le immagini del nuovo Azimut Magellano 30 Metri parlano da sole in fatto di originalità del décor, che spazia fra design e arte, ma ciò che colpisce è anche l’assenza di barriere fra gli ambienti nel salone.

Il leit-motiv di De Cotiis per i layout anche di questa nuova navetta è, appunto, la continuità degli ambienti, ma senza riempire un grande spazio con tutti gli arredi, bensì facendo in modo che siano gli arredi stessi a delimitare le varie zone.

Lo si nota per esempio nella grande poltrona in testa al living di poppa che, dalla sua posizione, delimita la linea di confine fra il salotto e la zona pranzo, a sua volta delineata da una paratia “artistica” grande tanto quanto serve giusto per coprire la zona di servizio a prua e lasciare il resto aperto a vista.

Anche i lunghi divani laterali, man mano che giungono a popppa restringono il passaggio, come a voler accompagnare il passaggio degli ospiti proprio al centro della porta vetri che conduce in pozzetto.

Le enormi vetrate laterali regalate da Ken Freivockh completano il senso di continuità a bordo dell’Azimut Magellano 30 metri.

La privacy per la suite armatoriale e tutto il lower deck per gli ospiti e l’equipaggio

Ciò che rimane ben separato dal resto del ponte principale e in assoluta privacy è la cabina armatoriale, che si sviluppa al vertice di prua e dispone di tre armadi e salotto privato, oltre che naturalmente di un bagno privato di alto livello.

Gli ospiti alloggiano tutti sottocoperta, dove si articolano quattro cabine, di cui due matrimoniali e due doppie, progettate in modo speculare fra loro in modo da potersi compattare bene nella zona centrale dello scafo e lasciare così quella prodiera tutta per il quartiere dell’equipaggio.

Di grande spazio appaiono anche i bagni, uno per ogni cabina, che mostrano ampi box doccia e pure il doppio lavabo nelle cabine matrimoniali, a testimonianza che il livello di comfort non trascura nessuno.

Un flybridge di gran lusso e versatilità

Il flybridge dell’Azimut Magellano 30 Metri ci mette un attimo a colpire per il lusso e i complementi d’arredo che riesce a offrire, basti osservare il bar col piano in marmo che si affaccia su tre sgabelloni in finitura dorata, oppure la zona pranzo con un tavolo perfettamente adatto anche per un convivio formale.

A tutto questo si aggiunge anche una zona “enclosed”, ispirata un po’ alla tradizione d’oltreoceano, che offre un living di uguale eleganza del salone sul ponte principale e altrettanto attorniato da grandi vetrate.

Azimut Magellano 30 Metri, semidislocante con un occhio all’ecologia

Il nuovo Azimut Magellano 30 metri è dotato della consolidata carena Dual-Mode, progettata dallo studio P.L. Ausonio Naval Architecture in collaborazione con il reparto di R&D di Azimut Yachts, che mantiene la stessa efficienza, e dunque lo stesso comfort di navigazione, sia in dislocamento sia in planata, con velocità di 20 nodi di punta massima e 16 nodi di crociera veloce, con due motori Man da 1550 cavalli.

Il cantiere ha inoltre messo a disposizione degli armatori del Magellano 30 Metri la possibilità del pacchetto Hotel Mode, che comprende pacchi di batterie al litio da 100kWh, per poter utilizzare in rada tutti gli impianti di bordo fino a 4 ore di giorno e 8 ore di notte, senza l’uso dei generatori, quindi a zero emissioni gassose e acustiche.

Infine una curiosità su come il destino della gamma Magellano torni a giocarsi nelle sue alte sfere: era il 2009 quando Azimut Yachts annunciò il lancio del primo modello della sua nuova serie di navette semidislocanti, il Magellano 76 lungo 24 metri. Ora, con questo nuovo Azimut Magellano 30 Metri e con il Magellano 25 Metri, il cantiere chiude – almeno per il momento – il cerchio della gamma nella stessa sfera di metratura con cui ha debuttato.

I numeri dell’Azimut Magellano 30 Metri

Lunghezza f.t.
29,63 m

Larghezza
7,00 m

Immersione sotto le eliche a pieno carico
2,03 m

Dislocamento a pieno carico
135.000 kg

Serbatoio carburante
14.500 l

Serbatoio acqua
2.000 l

Cabine
5 + 3 equipaggio

Motori
2×1550 cv Man

Velocità
Massima: 20 nodi
Crociera: 16 nodi


Scopri tutta la gamma Magellano sul sito ufficiale di Azimut Yachts



Notizie correlate

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Copyrıght 2022 BoatMag. All Rights Reserved.