Marina di Varazze come temporary hub ideale per i test in mare di yacht e gommoni

Se Marina di Varazze è sempre apprezzato dai diportisti, che oltretutto quest’anno fra transiti e ormeggi stanziali hanno fatto registrare un movimento oltre le aspettative di inizio stagione, ora anche i cantieri cominciano a guardare di buon grado a Marina di Varazze come “temporary hub” per far provare le barche e i gommoni ai loro clienti.

Si potrebbe pensare che per ospitare le iniziative dei cantieri, che intendono esporre la propria flotta da far provare ai potenziali clienti, basta mettere a disposizione un pontile in porto dove far muovere le persone fra le barche ormeggiate, ma non è esattamente così.

È tutto il “contorno” a far la differenza, e pure la posizione geografica. In questo, Marina di Varazze, con la sua architettura, con il suo essere una sorta di cittadella con negozi, locali serali e passeggiata, ma anche per il suo essere baricentrico a molte città ad alto contenuto di armatori e quindi potenziali nuovi clienti per i cantieri produttori, è sicuramente fra i porti turistici più appetibili nel nord Italia per ospitare eventi a qualsiasi livello di prestigio.

Lo hanno capito già da tempo diversi grandi cantieri, come Absolute Yachts, Maxi Dolphin, Sacs, Scanner Marine e, ovviamente, Azimut Yachts (il cui gruppo è proprietario di Marina di Varazze) che, ognuno nell’ambito delle proprie iniziative, hanno dato luogo a 33 giornate di prove in mare in poco più di un mese, attraendo un gran numero di armatori interessati a cambiare barca.

La comodità di raggiungimento di Marina di Varazze sia in auto (è a breve distanza dall’uscita del casello autostradale) sia in aereo atterrando a Genova, ha fatto sì che fosse comodo per tutti darsi appuntamento in quello che ormai è riconosciuto come un luogo piacevole da vivere anche se non si è armatori residenti con la propria barca.

Marina di Varazze è infatti un porto aperto, affacciato da un lato verso il mare, dall’altro verso la cittadina di Varazze e praticamente al resto d’Italia, visto che chiunque può accedervi e godersi una passeggiata lungo la gallery commerciale o un pranzo, una cena o un aperitivo nei diversi bar, locali e ristoranti.


Leggi anche: Qualità ambientale e sostenibilità, a Marina di Varazze la Bandiera Blu 2020 “eco-label”


E il Lounge Bar QQ7 ne ha approfittato per un restyling totale

Proprio in questi giorni dopo un periodo di lavori per un restyling improntato a un più moderno stile “yachting”, ha riaperto i battenti il famoso (per la zona) QQ7, il Lounge Bar e Bistrot posizionato nel cuore della banchina centrale di Marina di Varazze, dove bartender di alta scuola sanno proporre una ricca selezione di cocktail unici da affiancare a quelli tradizionali.

E pure i cocktail classici sono riproposti anche in un menù di ricette reinterpretate in maniera innovativa. E poi degustazioni, serate a tema, show e molto altro completano l’attrattiva di questo locale che già da prima si era guadagnato la sua notorietà fra i frequenter di Marina di Varazze.

Già solo questo può essere il giusto coronamento di una giornata trascorsa in mare a provare barche e, auspicabilmente sia per il venditore sia per l’acquirente, aver ordinato la propria.


Leggi anche: Marina di Varazze torna come nuovo. Partita la ristrutturazione che era già programmata alla nascita


Clicca ed entra nel sito ufficiale di Marina di Varazze


Notizie correlate

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Copyrıght 2020 BoatMag. All Rights Reserved.