Ancora più smart, ancora più comodo: arriva il Beneteau Gran Turismo 41

Smart nel senso letterale: il Beneteau Gran Turismo 41 si evolve dal predecessore GT 40 con soluzioni più azzeccate e un comfort ancora maggiore. Debutto previsto per la prossima primavera.

Il Beneteau Gran Turismo 40 è stato un bestseller in casa Beneteau, grazie al mix ben riuscito di carattere sportivo, praticità e comfort.

Ora il cantiere francese ha deciso che era il momento di rinnovarlo, sulla falsa riga di una gamma che spazia dai 32 ai 50 piedi.

Ecco quindi il nuovo Beneteau Gran Turismo 41, un cruiser inedito, dove un piede in più nel nome non significa un semplice restyling.

La responsabile prodotto Mathilde Tertrain, infatti, afferma che lo spirito era quello di preservare l’essenza del GT 40, migliorandola e sviluppandola.

Layout ben ragionati e di migliore fruibilità per il nuovo Beneteau Gran Turismo 41

L’aspetto esterno è ben bilanciato, con una prua abbastanza lunga da conferire un aspetto sportivo, ma non troppo estesa da sottrarre il giusto spazio alla sovrastruttura per il ponte principale.

La finezza delle linee del Beneteau GT41 è rimarcata dagli elementi verniciati in grigio metallizzato che ricordano, nelle parole di Beneteau, le auto di lusso.

Un pozzetto “trasformista” adatto per ogni situazione

A bordo del Beneteau Gran Turismo 41 si evidenziano molte soluzioni che rendono più agevole la fruibilità degli spazi, per esempio la nuova zona prendisole di poppa, che è posta all’altezza della seduta, per un facile utilizzo e per creare un vero e proprio spazio lounge: uno schienale basculante permette di cambiare configurazione in pochi secondi.

Anche il prendisole di prua offre ora a richiesta schienali reclinabili e un tendalino a scomparsa, oltre a comode luci di cortesia. L’ampio pozzetto l’angolo cottura/bar esterno permettono a tutti di godersi la navigazione all’aperto, respirando il mare ma restando protetti all’ombra dell’hard top.

A proposito di hard top, è sicuramente una delle peculiarità di Beneteau, su tutta la gamma Gran Turismo. Combina un’area apribile molto estesa, grazie al tetto scorrevole di serie, e montanti molto sottili, di modo che il ponte principale possa godere della massima luce naturale.

Due cabine, cucina, dinette e bagno in spazi adeguati: e la crociera è comodamente servita

Sottocoperta c’è spazio per quattro ospiti, ma non solo. Dalla scala si scende direttamente nell’area conviviale, con un mobile da cucina a dritta e una dinette a sinistra.

Entrambe le cabine del Beneteau Gran Turismo 41 (una matrimoniale e una doppia) sfruttano il baglio massimo della barca, con l’armatoriale a prua e quella ospiti poco dietro a centro barca, davanti al vano motore (ma lontana dai propulsori che sono a poppa estrema).

Ciascuna ha i propri armadi e riceve luce e aria naturale dagli oblò laterali apribili; purtroppo però c’è un solo bagno, con accesso dal quadrato. A nostro avviso, comunque, non c’erano molte possibilità di sfruttare lo spazio meglio di come è stato fatto.

L’atmosfera degli interni è moderna e rilassante, grazie all’utilizzo del noce grigio che si abbina perfettamente allo spirito del Beneteau GT 41.

Il Beneteau GT41 dal punto di vista tecnico

L’attitudine sportiva del Beneteau Gran Turismo 41 deriva da più di un fattore. Il principale è senza dubbio lo scafo Air Step, sviluppato e brevettato dal cantiere e fondamentale per l’efficienza e la stabilità anche alle alte velocità.

Per chi non lo sapesse, si tratta di una carena con un redan (scalino) che riceve e incanala una quantità d’aria fra acqua e scafo, in modo da formare un cuscino che diminuisce la resistenza dell’opera viva con l’acqua.



Scopri tutto sul brevetto Beneteau Air Step


La parte propulsiva è costituita da due motori Volvo Penta da 300 cavalli (a scelta anche da 380 cv), accoppiati ai piedi poppieri, per una velocità massima, registrata dal cantiere, rispettivamente di 33 e 38 nodi e una velocità di crociera di 23 e 27.

Il timone al centro della console e il parabrezza senza montanti offrono al driver la più ampia visuale senza ostacoli in ogni direzione, mentre il bilanciamento ottimale dell’assetto in navigazione può essere ulteriormente migliorato con gli interceptor automatici ZipWake (a richiesta).



Leggi di più sui correttori d’assetto automatici ZipWake



La stessa plancia è decisamente ergonomica e con un look accattivante, tanto che ci vediamo l’influenza dello studio congiunto denominato Sea Drive, che portò Beneteau e Peugeot a presentare il loro prototipo di console perfetta.



Scopri di più sulla consolle del futuro di Beneteau Sea Drive progettata con Peugeot Design Lab


I numeri di Beneteau Gran Turismo 41

Lunghezza f.t
12.55 m

Lunghezza scafo
11.50 m

Larghezza
3.87 m

Pescaggio
0.94 m

Altezza fuori dall’acqua
4.20 m

Dislocamento a vuoto
7.936 kg

Serbatoio carburante
2×325 l

Serbatoio acqua
200 l

Motori
2×300 cv Volvo Penta con piedi poppieri

Potenza massima
2×380 cv

Architettura navale
Beneteau Powerboat

Designer
Andreani Design

Certificazione CE
B10 / C10


Leggi anche: navigare lento, nel comfort totale: il nuovo Beneteau Grand Trawler 62 punta all’apice delle crociere in relax


Leggi anche: Beneteau Gran Turismo 36, undici metri e mezzo ricchi di dettagli che fanno la differenza


Notizie correlate

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Copyrıght 2021 BoatMag. All Rights Reserved.