Verso la nautica ecosostenibile: Mercury è nominata Green Masters per il decimo anno di fila

Mercury Marine ha ottenuto ancora una volta la designazione Green Masters dal Wisconsin Sustainable Business Council. Il suo impegno nella nautica ecosostenibile, e non solo, le ha fatto avere un punteggio migliore del 20% di tutti i candidati.

Mentre vediamo che il mondo intero, lentamente, si sta orientando verso una mobilità sostenibile e l’Onu ha lanciato un enorme progetto chiamato SDG (Sustainability Development Goals, cioè obiettivi di sviluppo sostenibile), molti governi, sia su scala nazionale che locale, hanno programmi per premiare le aziende che rispettano l’ambiente (e non solo, come dimostra il boom delle certificazioni ESG che riguardano anche l’impegno sociale e la governance).

Anche il Wisconsin, lo Stato in cui ha sede Mercury Marine, ha il proprio programma, denominato Wisconsin Sustainable Business Council (WSBC), che ha appena presentato i risultati del Green Masters Program 2020, dove in testa a tutte le aziende prese in esame per la loro attenzione all’ecosostenibilità, c’è Mercury Marine che è stata premiata con una designazione Green Masters per il decimo anno consecutivo per il suo impegno nell’abbattimento degli inquinanti nei processi produttivi per una nautica ecosostenibile.

Scopri il programma ONU con gli obiettivi di sviluppo sostenibile che tutti dobbiamo seguire (in italiano)

La mobilità green (e la nautica ecosostenibile) passano anche da qui

Il Green Masters Program misura i risultati delle aziende in una serie di categorie di sostenibilità, dalla conservazione dell’energia e dell’acqua alla gestione dei rifiuti, alla sensibilizzazione della comunità verso i temi green e all’istruzione. Ma non solo: le aziende vengono valutate negli aspetti relativi al trasporto, catena di forniture, forza lavoro e governance.

nautica green mercury

Il programma WSBC Green Masters richiede ai candidati di citare pratiche e iniziative di business sostenibili intraprese nell’ultimo anno, e di mostrare miglioramenti rispetto agli anni precedenti.

Da parte sua, per ottenere la designazione Green Master, nel 2020 Mercury ha continuato a espandere l’efficienza energetica e l’ecocompatibilità delle operazioni di produzione per la nautica ecosostenibile.

Le iniziative nell’ambito della mobilità green includono la modernizzazione degli impianti di riscaldamento / condizionamento / illuminazione, il contenimento dei sistemi di aria compressa, l’ottimizzazione dei cicli di alimentazione per macchinari e infrastrutture, riuso del calore generato durante la produzione in molteplici scopi, miglioramento nel progetto delle strutture per includere illuminazione naturale e riscaldamento passivo. L’azienda ha inoltre ampliato il riciclaggio e il riutilizzo dei materiali e dell’acqua utilizzati nella produzione.

nautica green mercury

Per quanto riguarda l’aspetto che più legato alla nautica ecosostenibile con i motori fuoribordo, secondo WSBC nell’ultimo anno l’azienda ha prodotto motori dalla migliorata efficienza nei consumi e con minori emissioni.

Ciò significa che ogni nuovo motore Mercury venduto per sostituire uno più vecchio, comporta un miglioramento dell’ambiente. Non è abbastanza per il traguardo di una nautica green vera e propria, ma è un ulteriore passo.

Nel 2020 Mercury ha anche avviato piani per continuare a ricavare sempre più energia da fonti rinnovabili


Leggi anche: Brunswick Corporation è nella classifica di Forbes dei migliori datori di lavoro americani per le donne


All’inizio dell’anno, i dipendenti della sede di Mercury a Fond du Lac, Wisconsin, hanno partecipato a una serie di fiere dell’illuminazione, acquistando 8000 lampadine a Led ad alta efficienza energetica per le loro case.

Complessivamente, i loro acquisti hanno portato a un miglioramento ambientale più o meno equivalente alla rimozione di 76 auto dalla strada ogni anno.

Dimostrazione che con poco si può fare tanto, e che dovrebbe spingere ognuno di noi a fare sempre e comunque la propria parte, senza pensare che “tanto sarei inutile come una goccia nell’oceano”.


Leggi anche: l’ecologia prima del business, Volvo Penta chiude Seven Marine per perseguire il suo obiettivo totally green


Poche settimane dopo dopo, quando la pandemia di Covid-19 ha colpito gli Stati Uniti, Mercury ha coinvolto i dipendenti in attività sostenibili osservando i protocolli per limitare la diffusione del virus. L’azienda ha fornito consulenza sulla sostenibilità dello smart working all’ampia parte di dipendenti che hanno spostato a casa il proprio ufficio.

Infine, non meno importante, nel 2020 Mercury ha anche avviato piani per espandere il proprio impegno a ricavare più energia da fonti rinnovabili.

Ci auguriamo che la strada per un vera sostenibilità ambientale, e nello specifico per una nautica green a 360 gradi, non si fermi a queste iniziative di Mercury, ma che lei e tutti gli altri player del settore si impegnino sempre più concretamente a salvare il nostro pianeta.


Scopri tutto sul programma di sostenibilità che ha fatto vincere a Mercury il titolo di Green Master


Notizie correlate

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Copyrıght 2021 BoatMag. All Rights Reserved.