Cranchi E30 Endurance, come ti reinventano il daycruiser

Ecco come il Cranchi E30 Endurance, nella rivisitata versione 2021, può cambiare personalità in base ai nuovi contenuti, fatti di stile, progettazione, personalizzazione e anche di nuovi, e in qualche caso pure audaci, colori dell’ampio catalogo. Noi infatti lo abbiamo provato in versione rosso “Diablo”.

Il Cranchi E30 Endurance è un modello storico del cantiere lombardo che ha attraversato mode e tendenze rimanendo fedele a sé stesso.

In quest’ultimo restyling devo però ammettere che il cantiere, complice la consulenza di Christian Grande, si è davvero superato creando una versione ricca di contenuti e dalla spiccata personalità, ora vi spiego perché.

Cranchi E30 Endurance, il daycruiser che può diventare il tuo “one-off”

La prima sorpresa ce l’ho all’arrivo al Cranchi Test Center di San Giorgio di Nogaro: mi aspettavo di trovare il Cranchi E30 Endurance nella versione che avevo visto nella gallery fotografica sul sito del cantiere, in un raffinato color grigio “Mercurio” abbinato a una cuscineria arancio davvero di gran classe.

Invece trovo il daycruiser in un aggressivo color rosso “Diablo”, in realtà più un color “aragosta”, con cuscineria nera. Se devo essere sincero preferisco la versione più “stilosa”, ma sembra che all’estero sia questa la più gettonata.


Clicca e guarda la palette di colori proposta dal cantiere


Tutto sommato meglio così perché la giornata non è proprio di quelle da daycruiser, ma piuttosto da navetta ben riscaldata: cielo plumbeo, nebbia e freddo pungente. Così almeno il rosso Diablo garantirà un’aggressiva nota di colore.

Da non dimenticare, comunque, che il cantiere dispone del Cranchi Atelier, ovvero il luogo dove, con l’assistenza di vari professionisti, ogni armatore può creare il suo modello personalizzato.


Clicca e scopri tutto sul Cranchi Atelier


Oltre alle personalizzazioni estetiche e perfino di layout, l’offerta del cantiere propone anche un’alternativa per la motorizzazione.

Per il Cranchi E30 Endurance si può infatti scegliere tra il Volvo Penta V8 di 350 cv a benzina (il motore montato sulla barca in prova) o il turbodiesel Volvo Penta D4 da 320 cv.

I quasi 20 mila euro di differenza nel prezzo di listino fanno propendere la scelta degli armatori verso la prima soluzione e, considerando l’utilizzo tipico di questa barca, mi sento di condividerla pienamente.

Il giusto equilibrio di velocità e divertimento. Ecco il test

Tempo brutto e mare calmo, il Cranchi E30 Endurance potrebbe dare sfogo a tutte le sue potenzialità velocistiche, ma ha la meglio la sua anima cruiser: a 5.900 giri tocchiamo i 35 nodi e oltre non c’è verso di salire anche lavorando sui trim.

Potrebbero sembrare pochi se confrontati con i 50 e passa nodi di alcuni gommoni fuoribordo, sempre di 10 metri, ma su un open come il Cranchi E30 Endurance io ritengo che sia la giusta velocità per divertirsi senza correre rischi per sé e per gli altri. E poi le manovre divertenti per i più smanettoni si possono sempre fare.

I dati fonometrici assicurano una navigazione nel massimo comfort anche acustico, mentre la grande disponibilità di spazi aperti invita a godersi la crociera lasciando le velleità velocistiche a casa, anche se in realtà, la velocità di crociera, che si colloca a 26 nodi, attorno ai 4.500 giri/minuto, rappresenta forse l’equilibrio migliore fra un’andatura veloce e consumi ragionevoli.

Ci sono tutti gli ingredienti per divertenti crociere diurne con il piacere di avere tra le mani una barca sincera e marina. Se l’Adriatico è una vera tavola, provo a mettere alla prova la carena del Cranchi E30 Endurance attraversando ripetutamente la sua scia, con il risultato di non metterla mai in crisi neppure se affronto le onde coricato sul fianco in piena virata.

Quest’ultima ha un raggio strettissimo, ben oltre il necessario, ma questo contribuisce a dare al driver la sensazione di avere tutto sotto controllo e, soprattutto, di averlo con ampi margini di sicurezza.

Cranchi E30 Endurance, una coperta più spaziosa e accogliente

Oltre che negli abbinamenti cromatici, la mano di Christian Grande si nota anche appena si mette piede in pozzetto. La plancia è una delle prime cose che osservo perché ritengo sia determinante nell’individuare la personalità della barca.

Sul Cranchi E30 Endurance mi piacciono molto le sedute, mentre la plancia propriamente detta è molto pulita anche se avrei rinunciato agli indicatori analogici trovando magari spazio per un secondo monitor.

Il pozzetto di questa nuova versione del daycruiser di Cranchi è più spazioso e questo si apprezza molto, al punto che ritengo quasi superfluo il fatto che la dinette possa trasformarsi in un terzo prendisole: è più fruibile così, tanto più che è servita da un ben attrezzato angolo grill (a scomparsa) sulla murata di sinistra.

Per l’abbronzatura, sul Cranchi E30 Endurance bastano i due solarium di poppa e prua, entrambi facilmente raggiungibili sui passaggi tutti rivestiti, come ogni spazio calpestabile, di teak ben lavorato, ma soprattutto ben protetti dalle alte murate, particolare ancora più apprezzabile se si osserva il profilo della barca davvero filante.

L’alloggiamento per i parabordi nella murata di sinistra e l’impianto hi-fi completano la dotazione, perché la musica non deve mai mancare e a bordo deve regnare l’ordine.

Cranchi E30 Endurance, cabina da crociera?

Con un pizzico di spirito d’avventura può il Cranchi E30 Endurance diventare anche una barca da crociera? La risposta a mio parere è affermativa: una coppia ci si può adattare benissimo, dormendo nella cuccetta doppia centrale e permettendosi il lusso di lasciare quella di prua allestita a dinette, quanto poi alla toilette è di dimensioni più che generose.

In chiusura un’ultima annotazione: nella selezione delle foto per la prova di questo Cranchi E30 Endurance ho scelto di dare spazio sia alle mie con la barca rosso Diablo sia a quelle del cantiere nella versione grigio Mercurio per dare un’idea più chiara delle infinite possibilità di allestimento di questa barca.

La scelta può spaziare su una decina di tinte dal verde mela pastello al blu “Murano”: c’è solo l’imbarazzo della scelta, con la certezza che comunque oltre all’estetica i contenuti “che contano” ci sono davvero tutti.


Scopri anche l’altra novità 2021 di Cranchi Yachts, il Cranchi Sessantasette



I numeri del Cranchi E30 Endurance

Lunghezza f.t.
9,85 m

Lunghezza scafo
8,88 m

Larghezza max
2,98 m

Dislocamento a vuoto
3.090 kg

Serbatoio carburante
326 l

Serbatoio acqua
70 l

PortataPersone
8/12

Posti letto
2+2

Motori
350 cv Volvo Penta V8 benzina
320 cv Volvo Penta D4 turbodiesel

Categoria Progettazione
B/C


I numeri della prova
del Cranchi E30 Endurance

RegimeVelocitàConsumoPlancia
rpmnodilitri/oradb
6003,32,857
10005,05,060
15006,67,565
20007,81168
25009,82072
3000122979
3500173480
4000234380
4500265581
5000296881
5500339381
59003510882

Prezzi

350 cv Volvo Penta V8 benzina …………………………. 126.750 euro, Iva esclusa
320 cv Volvo Penta D4 turbodiesel ……………………. 145.750 euro, Iva esclusa


Clicca ed entra nella rete dealer di Cranchi Yachts per scoprire il concessionario più vicino a te.


Leggi l’ultimissima prova: Cranchi 60 ST, “fast commuter” con classe, tanta classe!


Notizie correlate

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Copyrıght 2021 BoatMag. All Rights Reserved.