Scanner Envy 770 FB, piccolo, stiloso e ora anche in versione fuoribordo

Il 2021 vede un altro nuovo innesto nella gamma Touring di Scanner Marine: è lo Scanner Envy 770 FB. Lungo 7,70 metri si affianca alla versione con il motore entrofuoribordo ed entrambi supportano una potenza fino a 400 cavalli. Qui ve lo presentiamo con un duplice equipaggiamento: con un Suzuki 350 e un Mercury 300.

Il nuovo Scanner Envy 770 FB si presenta nel pieno dello stile del cantiere, uno stile che non è solo estetico ma anche di sostanza.

Colpisce il suo essere molto avvolgente e con un pozzetto contornato non dai tubolari ma da murate in vetroresina che fanno esprimere a questo gommone un feeling di comodità, sicurezza e relax.

Il pagliolo in teak (optional), poi, è il tocco finale che lo rende ancora più attraente. Da notare pure le due sezioni del capodibanda allargate a metà del gommone che, oltre all’aspetto estetico, favoriscono l’appoggio del piede in caso di imbarco laterale degli ospiti.

Dal punto di vista pratico, il progetto dello Scanner Envy 770 FB, che come tutti i gommoni del cantiere è di Montemitro Design, rivela uno studio finalizzato a massimizzare la fruibilità del pozzetto con tanto calpestio senza ridurre la disponibilità degli arredi.

Il gommone, infatti, dispone di un divano poppiero a tutto baglio che esprime comodità solo a vederlo; al suo servizio c’è il wet-bar racchiuso in un mobile dietro la seduta del pilota, che a sua volta può essere trasformata in leaning post, e poi a prua un altro divano perimetrale con l’inserto amovibile che lo trasforma in un prendisole.

Quello che si dice sempre nel raffronto fra una versione con i motori entrobordo e una con i fuoribordo è che quest’ultima perde la plancetta bagno. Verissimo.

È il caso anche dello Scanner Envy 770 FB, ma onestamente su questo gommone non se ne sente la mancanza, perché per le sue dimensioni compatte e l’ampia fruibilità del pozzetto, il tuffo o il contatto con l’acqua è possibile da qualsiasi punto del gommone.

Anzi, a ben guardare le due sezioni allargate del capodibanda e il triangolo di prua, favoriti dall’assenza della battagliola, possono essere essi stessi delle spiaggette, un po’ più rialzate sull’acqua, ma pur sempre piattaforme affacciate verso l’esterno. E poi rimangono comunque i due “predellini” accanto al fuoribordo, utili soprattutto per la risalita dall’acqua.

Lo Scanner Envy 770 può disporre di una potenza del motore fino a 400 cavalli in entrambe le versioni e i primi modelli fuoribordo sono stati presentati con un Suzuki da 350 e un Mercury da 300, ma ognuno può scegliere la casa costruttrice che preferisce.

Per dare un ordine di idee della potenzialità dello Scanner Envy 770 FB in termini di velocità, con il Mercury 300 il cantiere ha rilevato una massima di 47 nodi, mentre con il Suzuki 350 è di ben 51 nodi.

Attenzione, però, a non fare confronti diretti fra un motore e l’altro in questa sede, perché, oltre alla differenza di 50 cavalli, i valori sono stati rilevati in condizioni diverse, seppur entrambi su acqua piatta, ma al mare il Suzuki, al lago il Mercury.

A completamento del quadro, segnalo anche i dati dello Scanner Envy 770 EFB che, nella nostra prova sul lago con un MerCruiser V8 da 300 cavalli, ha raggiunto 42 nodi di massima, attestando a 29 e 25 nodi il regime di crociera veloce e di quella economica. 


Leggi la nostra prova dello Scanner Envy 770 EFB


I numeri dello Scanner Envy 770 FB

Lunghezza f.t.
7,70 m

Larghezza f.t.
3,60 m

Diametro tubolari
0,60 – 0,65 m

Numero comparti
5

Materiale tubolari
Hypalon neoprene 1670 dtex

Persone imbarcabili
14

Motore
fuoribordo max 400 cv

Design e progetto
Montemitro Design


Clicca ed entra nel sito di Scanner Marine


Notizie correlate

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Copyrıght 2021 BoatMag. All Rights Reserved.