Ranieri International Next 330 LX, 45 nodi per 10 metri di lusso e comodità

Con la gamma LX il cantiere calabrese si poneva l’obiettivo di un ulteriore salto qualitativo e il lancio del Ranieri International Next 330 LX, che ho provato in anteprima, ne è la conferma. Insieme a questo nuovo modello debutta anche una nuova generazione della carena HIS.

C’era molta attesa per il Ranieri International Next 330 Lx, la nuova barca del cantiere calabrese che prende spunto dal Next 285 LX, sviluppandone i concetti base su una misura, i 10 metri, dove le possibilità di utilizzo sono notevolmente ampliate.

Una nuova carena che regala velocità anche senza la massima potenza dei motori

Il Ranieri International Next 330 LX “numero uno” è stato motorizzato con una coppia di Suzuki DF300AP, l’affidabile sei cilindri giapponese di 4 litri, dotato di un’elica a tre pale 16”x18,5”.

Non sono i 2×400 cv indicati dal cantiere come potenza massima, ma certamente la soluzione che ritengo più appropriata per una barca che vuole essere un’efficace risposta sia alla breve crociera giornaliera che a quella un po’ più impegnativa di qualche giorno.

Se tutte queste considerazioni sono fondate lo verifico subito con la rilevazione della velocità: 45 nodi di punta massima (con trim al 50%). Su un mare abbastanza tranquillo mi pare un buon dato, di quelli che mettono d’accordo i più sportivi con gli amanti della navigazione tranquilla.

Va bene che a bordo del Next 330 LX siamo solo in due con poco carburante, ma ritengo che i due Suzuki (o altri motori di pari potenza) siano la soluzione ottimale.

Volendo stare attenti anche ai consumi, verifico che la planata minima è tenuta a 2400 giri e 13 nodi a 0,35 miglia/litro, meglio quindi salire di un migliaio di giri e individuare la velocità economica di crociera tra i 3500 e i 4000 giri, quindi tra i 21 e i 26 nodi, con una media di circa 0,43 mn/l.

Verifico anche l’accelerazione che invece farà felici gli “smanettoni”: in poco più di 3 secondi siamo in planata e in 9 secondi passiamo i 30 nodi.

Un nuovo concetto di carena per il Next 330 LX

Durante il mio test non mi faccio certo mancare qualche evoluzione per avere la conferma che la nuova carena risponde al meglio alle aspettative, garantendo una barca veloce ma anche manovriera e morbida sull’onda, come ho modo di verificare attraversando la nostra scia.

Il nuovo Ranieri International Next 330 LX porta infatti al debutto una nuova geometria della HIS (acronimo di Hull Innovative System) caratterizzata da un significativo aumento del volume delle entrate d’aria sotto la carena per garantire in modo ancora più efficiente il funzionamento dei redan.

Infatti, questa seconda generazione, oltre ad avere geometrie e appendici completamente nuove con una diversa forma e diposizione dei pattini, si caratterizza per le nuove prese d’aria.

Sul profilo dell’opera viva del Next 330 LX c’è un doppio redan (Twin Air Step System) con un disegno “a imbuto” che forza l’ingresso dell’aria generata dall’avanzamento dello scafo nei tunnel longitudinali che la incanalano e distribuiscono sul fondo, a tutto vantaggio non solo delle prestazioni velocistiche, ma anche dell’assetto e del comfort di navigazione.

Da ricordare anche i flap integrati nella carena per una più efficiente azione se mai se ne sentisse il bisogno, ma non è stato il mio caso.

Raffinatezza e molti dettagli in più a bordo del Next 330 LX

La sigla LX starebbe a indicare una linea “extra lusso” e il Ranieri International Next 330 LX tiene fede a questa sigla con soluzioni che, pur ricalcando un layout già conosciuto, aggiungono una particolare attenzione ai dettagli.

Mi riferisco alla scelta, molto americaneggiante, di avere porta bicchieri un po’ ovunque, ma anche alla lavorazione dei materiali (in particolare le cuscinerie) e ad altri particolari come, per esempio, il tientibene scatolato di acciaio inox che impreziosisce tutta la coperta.

Il tutto è completato, e non è un dettaglio da poco, dal sistema di costruzione monoscocca Fully Developed Cockpit System che, non solo ottimizza i processi produttivi, ma raggruppa in un unico stampo coperta, fondo cabina, gli alloggi tecnici dei serbatoi di carburante e acqua e i gavoni, garantendo all’assieme robustezza e rigidità, sempre importanti in navigazione.

La linea esterna del Ranieri International Next 330 LX è molto personale, riconoscibile al primo sguardo. L’opera morta è caratterizzata da un’ampia vetratura orizzontale che incorpora gli oblò della cabina, mentre la prua semiverticale è completata da un importante musone di acciaio per l’ancora. 

Il layout della coperta è classico ma sviluppato con grande attenzione. A poppa troviamo un’ampia dinette dove possono stare sedute otto persone grazie alle panchette a ribalta e al tavolo elettrico a scomparsa, che si può trasformare agevolmente in prendisole.

A pruavia, lo stand-up è di nuova concezione e ospita nella parte posteriore il lavello, fornello a due fuochi e il frigorifero a cassetto. Nella parte frontale, comoda e sicura la seduta per driver e codriver che possono navigare seduti o in piedi grazie ai supporti lombari. 

La plancia del Ranieri International Next 330 LX è ben articolata e raccoglie tutta la strumentazione totalmente digitale in modo razionale e facilmente leggibile.

Ultima annotazione per il solarium che in pratica occupa tutta la zona prodiera e che si caratterizza per l’elemento centrale imbottito e con porta bicchieri di chiara ispirazione yankee.

Ottima altezza in cabina con un’attenta progettazione degli interni

A fianco alla plancia di comando c’è l’accesso alla cabina del Next 330 LX, con la classica porta scorrevole. E proprio quest’ultima si guadagna un altro giudizio positivo: l’altezza utile è di 1,93 m e l’attenta progettazione degli spazi, consente di trovare posto per la notte a quattro persone in due ambienti separati, oltre al vano toilette, dove però si nota la mancanza del box doccia separato.

In compenso la cuccetta matrimoniale di prua può trasformarsi in dinette per quando il meteo fa le bizze, una soluzione che è stata un po’ abbandonata da altri cantieri, ma che ritengo abbia sempre la sua validità.


Leggi anche la nostra prova del Ranieri International Next 285 LX


I numeri del Ranieri International Next 330 LX


Lunghezza ft
10,15 m

Larghezza
3,00 m

Dislocamento
3.700 kg

Serbatoio carburante
700 l

Serbatoio acqua
130 l

Portata persone
12-14

Motorizzazione massima
2 x 400 cv

Omologazione Ce
B-C



Prezzi

Ranieri International Next 330 LX da 138.000 euro (Iva esclusa)
Suzuki DF300AP da 26.300 euro (Iva compresa)


Prestazioni

Regime Velocità Consumo
rpm nodi miglia nautiche/litro
600 3,1 0,70
1000 5,3 0,58
1500 7,2 0,53
2000 9,0 0,37
2500 12 0,37
3000 16 0,34
3500 21 0,41
4000 26 0,43
4500 31 0,32
5000 35 0,28
5500 39 0,26
6150 45 0,21

Articolo di anticipazione pubblicato il 13 settembre 2021.

Un rinnovato family feeling per il nuovo Ranieri International Next 330 LX

Il Ranieri International Next 330 LX è un sundeck che si inserisce all’interno della gamma Next lanciata cinque anni fa e ne conferma e sviluppa il family feeling che tanti consensi ha raccolto in questi anni.

Lungo 9,95 metri e largo 3,00 metri, il nuovo Ranieri International Next 330 LX rivela un nuovo design dell’opera morta: le linee delle murate sono interrotte da un’ampia vetratura orizzontale che incorpora gli oblò della cabina.

Inoltre, la prua, quasi verticale, si raccorda con le nuove linee della carena ed è rifinita da un importante musone di acciaio per salpare l’ancora.

Il Ranieri International Next 330 LX è stato progettato e realizzato con la tecnica del Fully Developed Cockpit System by Ranieri International, un sistema di costruzione monoscocca che consente di mantenere il baglio massimo della barca per circa 2/3 della sua lunghezza massima, ottimizzando così il comfort a bordo.

Ranieri International Next 330 LX, la coperta

La coperta è spaziosa e funzionale: a poppa è stato realizzato un ampio living dove possono trovare posto otto persone e, grazie alle sedute a ribalta e al tavolo elettrico a scomparsa, si può trasformare agevolmente in un confortevole prendisole.

Di fronte al divano c’è il wet-bar, completo di lavello, fornello, frigo e ghiacciaia, dietro al quale si sviluppa la grande seduta di pilotaggio con due sistemi boolster, dove pilota e co-pilota trovano posto con la possibilità di navigare seduti o in piedi con comodi supporti lombari.

La plancia del Next 330 LX è ampia e in grado di ospitare tutta la strumentazione di bordo; di fianco c’è l’ingresso alla cabina con la classica porta scorrevole.

Il robusto tientibene scatolato di acciaio inox impreziosisce la coperta e fornisce un solido appiglio in navigazione.

Sul Next 330 LX, in cabina possono trovare posto per la notte quattro persone in due ambienti separati, serviti da un ben dimensionato locale toilette.

Ranieri International Next 330 LX, lo scafo

Le linee d’acqua sono di nuova concezione e la carena è stata progettata per esaltare le doti velocistica e marine al contempo.

Infatti, oltre al sistema HIS (Hull Innovative System Generation II by Ranieri International) di seconda generazione con il doppio redan, sono state utilizzate nuove geometrie per i pattini, alcuni dei quali “rovesciati” per esaltare maggiormente le prestazioni.

Per i primi test in acqua è stata scelto di motorizzare il Ranieri International Next 330 LX con una coppia di fuoribordo di 300 cv. 


Guarda tutta la gamma di barche di Ranieri International sul sito del cantiere


Notizie correlate

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Copyrıght 2022 BoatMag. All Rights Reserved.