Rimini Service Yacht & Sail: il bel rapporto con Cranchi, la fiducia dei clienti e la messa a segno di un Settantotto

Rimini Service Yacht & Sail è uno dei dealer di Cranchi Yachts e, complice il fatto di aver appena concluso un’importante vendita a un armatore italiano, è il primo che coinvolgiamo nel nostro percorso alla scoperta della rete vendita di uno fra i più importanti cantieri italiani nel mondo.

Non basta costruire barche belle e funzionali, bisogna anche garantire ai propri armatori un’assistenza e servizi post-vendita all’altezza del prodotto e della propria fama.

È quello che ha realizzato il cantiere Cranchi Yachts con una rete di dealer efficienti e professionali. Li stiamo incontrando un po’ alla volta, ognuno con le sue specializzazioni e le sue prerogative, ma tutti con un unico denominatore comune: la qualità dei servizi ai clienti Cranchi Yachts.

A inaugurare questa serie di incontri è Massimo Scagnelli di Rimini Service Yacht & Sail.

Oltre mezzo secolo di attività festeggiati con la recente vendita di un Cranchi Settantotto

Rimini Service Yacht & Sail attorno alla famiglia Scagnelli, attiva da oltre 50 anni nel mondo nautico.

Tutto ha inizio nel 1965 a Piacenza, sulle rive del Po: Luigi Scagnelli, non ancora trentenne, durante i week-end si appassiona alla nautica e inizia il suo percorso con un piccolo rimessaggio per la sua barca e quelle degli amici.

Dopo un tirocinio nei vicini cantieri Gobbi, nel 1979 c’è il trasferimento in Romagna come capocantiere di un marchio allora molto popolare.

Alterne vicende, tra cui l’incendio del cantiere e l’avvento dei figli Massimo e Christian nell’azienda fondata da Luigi, portano la famiglia Scagnelli a maturare scelte diverse, che si concretizzano nel 2012 con l’ufficializzazione del sodalizio con Cranchi Yachts, di cui diventa dealer per una lunga fascia della riviera adriatica, in pratica dal Veneto fino al Molise passando per Emilia Romagna, Marche e Abruzzo.

Massimo Scagnelli, il terzo da sinistra nella fila in basso.

“Tutta l’esperienza maturata in tanti anni passati gestendo in prima persona cantieri produttivi – racconta Massimo Scagnelli – si è trasferita nell’assistenza di yacht, a motore e a vela, di tutte le dimensioni. Con Cranchi Yachts in questi anni si è creato un rapporto speciale, cresciuto come è cresciuto l’apprezzamento dei nostri armatori nei confronti dei loro modelli. Se devo individuare i principali plus dei nuovi Cranchi direi su tutti il design e la qualità della costruzione.

Dopo che i potenziali clienti hanno visitato il cantiere di Cranchi, concludere l’ordine diventa più facile, perché possono toccare con mano la qualità dei materiali e il rigore nei processi produttivi”.

Massimo Scagnelli

In cantiere, oltretutto, regna anche l’ordine e la pulizia in ogno reparto di lavorazione – prosegue Massimo Scagnelli – Fondamentale è poi il Test Center di San Giorgio di Nogaro, in Friuli, che offre la possibilità di provare in mare buona parte dei modelli in produzione”.

L’ammiraglia di venticinque metri appena venduta da Rimini Service Yacht & Sail

Assistenza a barche di tutte le dimensioni diceva Massimo Scagnelli, ma anche la vendita dei modelli di maggior prestigio di Cranchi Yachts, visto che proprio nei giorni scorsi, negli uffici di Rimini Service Yacht & Sail è stata conclusa la vendita di un Cranchi Settantotto, fra l’altro a un armatore italiano.


Leggi anche: Stile, comfort e bassi consumi, ecco il nostro test del Cranchi Settantotto


“La vendita più recente di cui siamo stati protagonisti diretti – continua Massimo Scagnelli – è stata l’ammiraglia Cranchi Settantotto (nella foto sopra), significativa perché ha rappresentato un mirabile mix di tutti i plus che ho elencato prima. Il cliente era un armatore italiano competente ed esigente, che ha trovato la massima disponibilità del cantiere nel rispondere a tutte le sue richieste, sia in termini di layout ma soprattutto per i materiali, sia le essenze che i tessuti”.

Il salone del Cranchi Settantotto.

Il risultato finale è stato di massima soddisfazione per entrambi e ora lo yacht sta affrontando la sua prima stagione di crociere. Se quindi design e qualità di materiali e lavorazioni sono una prerogativa di Cranchi Yachts, questa esperienza mi ha confermato che anche la capacità di rispondere alle richieste dell’armatore in maniera collaborativa è un altro importante plus. Tutto questo si aggiunge alla consolidata fama di cui il cantiere ha sempre goduto, come conferma la grande richiesta di usato che non facciamo in tempo a ritirare e già ha trovato un nuovo armatore”.


Clicca ed entra nel sito di Rimini Service Yacht & Sail


Scopri tutta la rete di dealer Cranchi


Notizie correlate

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Copyrıght 2021 BoatMag. All Rights Reserved.