Composit no limits: con i suoi 56 metri il Majesty 175 batte il record dello yacht in composito più grande al mondo

Un superyacht, il Majesty 175 di Gulf Craft, che potrebbe segnare il passo nella costruzione delle big boat. È infatti il primo 56 metri realizzato in composito. E il risultato è una barca dai grandi volumi, leggera, che pesca poco più di 2 metri e ha 4000 miglia di autonomia.

Arriva dagli Emirati Arabi e precisamente dal cantiere Gulf Craft lo yacht più grande al mondo realizzato in composito. Si chiama Serenity MRF ed è il Majesty 175 numero 1. Con i suoi 56,40 metri di lunghezza e una stazza lorda di 780 GT supera il Mangusta 165 ( un mega open hardtop lungo 49,90 metri e di 488 GT) che dal 2007 deteneva questo record.

Quando quattro anni fa, nel 2016, al salone di Monaco, Gulf Craft aveva presentato questo suo ambizioso progetto, molti avevano alzato il sopracciglio in segno di dubbio. E invece eccolo qua. Varato a maggio e consegnato al suo armatore a novembre 2021. Pandemia compresa.

Uno yacht che Gulf Craft ha costruito tutto in casa, mentre per il design di interni ed esterni si è affidato a Cristiano Gatto Design Studio e per l’architettura navale a Massimo Gregori dello Yankee Delta Studio.

Per il team tecnico-ingegneristico del cantiere è stata una sfida complessa e una prima assoluta. Per realizzare questo yacht, Gulf Craft ha infatti dovuto reimpostare il suo metodo produttivo: barche in composito di questa stazza non ne erano mai state costruite e per soddisfare le specifiche MCA (la Maritime and Coastguard Agency inglese) per gli yacht oltre le 500 GT, ogni pezzo ha dovuto superare precisi test.

I nuovi materiali compositi ora a disposizione hanno dato luogo a strutture molto resistenti, ma più leggere. Parliamo per esempio di nuovi compositi in fibra di vetro e/o carbonio, di speciali resine vinilestere e di core di ultima generazione, che insieme sono in grado di creare dei laminati a sandwich che si comportano in modo simile alle travi in acciaio.


Il Majesty 175 segna un cambiamento importante che, come ha dichiarato Mohammed Hussein Alshaali, Chairman di Gulf Craft: “Influenzerà il settore dei superyacht. Il futuro è nei compositi. Materiali che sono cambiati e soprattutto cambieranno ancora molto”. E uno dei vantaggi più immediati riguarda i tempi di costruzione che si riducono drasticamente, “ora avendo già lo stampo – puntualizza ancora Mohammed Hussein Alshaali – direi che in sei mesi lo scafo del prossimo 175 può essere pronto”.


Certo il Majesty 175 rispetto al progetto iniziale presentato nel 2016 a Monaco è molto diverso, ma non si è ridimensionato, tutt’altro: dalle 500 tonnellate di stazza si è passati a ben 780, oltre il 50% in più! I suoi volumi, quindi, sono lievitati. Eccone una carrellata.


Naturalmente la personalizzazione è molto alta per quanto riguarda il layout. Questo primo esemplare, per esempio, ha due vere e proprie cucine, una sul main deck e una sul lower deck nell’area del beach club. Una soluzione questa molto richiesta nel middle east.


Il Majesty 175 conta ben sette cabine ospiti più sei per l’equipaggio. A prua del main deck ci sono due cabine Vip gemelle, mentre l’armatoriale è sull’upper deck e le altre sono sul lower deck. Sempre sul ponte principale tra salone e cabine Vip c’è una palestra.


La suite armatoriale a prua dell’upper deck è contornata da vetrate. Una suite con salottino/studio all’ingresso, doppio bagno e l’accesso diretto alla lounge a prua con tanto di piscina a sfioro lunga 5 metri e con un particolare sistema a getto d’acqua che crea una corrente costante.


All’esterno la scelta di avere le scale di collegamento dei tre ponti a centro barca ha permesso di ottenere spazi per pozzetto e lounge più grandi. Lo sky-lounge sul wheeldeck è “ibrido”: un top apribile lo trasforma da zona coperta e riparata in un open sun deck.


È uno yacht dal dislocamento contenuto (503 tonnellate) che si traduce in un risparmio di carburante e un pescaggio ridotto, solo 2,05 metri, perfetto per i bassi fondali come quelli delle Bahamas. È motorizzato con due MTU da 1500 kw che lo spingono a una velocità massima di 16 nodi. In crociera a 10 nodi ha un’autonomia di 4000 miglia.


I numeri del Gulf Craft Majesty 175


Lunghezza ft
56,40 m

Baglio
9,62 m

Pescaggio
2,05 m

Dislocamento
503,8 t

Stazza lorda (Gross Ton)
780 GT

Serbatoio carburante
61.503 l

Serbatoio acqua
16.719 l

Generatori
2 x Kohler 175 kW, 50 Hz

Motori
2 x 2012 cv MTU (1500 kW)


Scopri anche il Majesty 120 nel nostro articolo


Clicca ed entra nel sito ufficiale di Majesty Yachts by Gulf Craft


Notizie correlate

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Copyrıght 2022 BoatMag. All Rights Reserved.