Honda BF150 D, in prova il nuovo midrange su una barca e su un gommone. Ecco come va

L’Honda BF150 D è uno dei nuovi fuoribordo di media gamma della casa giapponese ed è un quadricilindrico che attinge molta tecnologia dai modelli più grandi. Ve lo proponiamo in un test a confronto su un gommone e una barca open.

Il nuovo Honda BF150D mantiene lo stesso gruppo termico quadricilindrico precedente di 2354 cc, tranne pistoni e airbox che sono stati rinnovati, e lo condivide con gli altri nuovi fuoribordo di media gamma appena lanciati come novità 2022 dal costruttore giapponese in tre potenze: 115, 135 e, appunto, questo 150 cavalli.

La vera novità è che è stato rinnovato nell’elettronica e ora adotta molta della tecnologia usata sui modelli più grandi V6. Questo per almeno un paio di motivi: uno è quello di allargare sempre di più il range di prodotti che sfruttano la stessa collaudata tecnologia, l’altro è di semplificare anche il lavoro dei meccanici e delle officine.

In questo modo si unifica molta della componentistica e la cosa va anche a vantaggio dei proprietari dei motori, che si vedono velocizzare la manodopera e, dunque, pure il conto finale della manutenzione.

L’evoluzione digitale nella media potenza di Honda

Oltre all’estetica, che assume un aspetto più sportivo e accattivante, il nuovo midrange di Honda presenta una bocca di aspirazione più efficace e una scocca con meno parti che la rende più protetta da infiltrazioni d’acqua.

Ma il cambiamento più importante, appunto, è l’acquisizione dell’elettronica. Fino a oggi infatti in queste potenze Honda offriva motori esclusivamente meccanici, mentre ora si avvale anche del Drive by Wire, gestito tra l’altro da due canali di controllo: HondaCAN e NMEA 2000.

Sia ben chiaro, comunque, che la versione meccanica resta a catalogo. Sarà l’utente finale a scegliere tra l’una e l’altra tecnologia, mettendo anche in preventivo un sovrapprezzo per la versione elettronica.

Honda BF150D, come è fatto sotto la calandra

Il monoblocco V-Tec presenta nuove mappature, che garantiscono maggiore potenza e consumi più bassi, argomento questo quanto mai attuale.

Resta invece invariato il sistema Blast, che gestisce il quantitativo di aria/carburante da usare nelle varie situazioni di navigazione, e l’ECOmo, il prezioso alleato nella lotta ai consumi.

L’Honda BF150 dispone inoltre della tecnologia iST (intelligent Shift & Throttle) che, grazie all’avvento del Drive by Wire, rende più morbide e precise le accelerazioni e il cambio di marcia. Le manette in questo caso sono le stesse dei V6 e possono gestire, debitamente programmate, da 1 a 4 motori.

Dall’elettronica applicata derivano anche benefit nella gestione ordinaria del motore. Per esempio il fuoribordo ora fornisce dati sulle anomalie di vario genere, compresa la presenza di acqua nella benzina, mostrando sul display dello strumento in console un codice errore, che rende più facile la diagnosi e quindi la soluzione.

Tutti i nuovi fuoribordo di media gamma, inoltre, sono disponibili in tre varianti di colore: il classico grigio Silver, l’elegante Total White e lo sportivo Sporty White.

Honda BF 150: il test su un gommone e su una barca

L’occasione di avere lo stesso motore su un gommone e su una barca di uguale misura – sei metri e mezzo circa – era troppo ghiotta per non metterli a confronto in questa prova.

Non si è trattato, però, di un test puramente comparativo tra i due differenti scafi, bensì un’occasione utile per capire come lo stesso motore, nella stessa giornata, con le stesse condizioni meteomarine, con lo stesso numero di componenti dell’equipaggio e con solo qualche differenza di carichi liquidi, si sia espresso su due tipologie diverse di natante.

Nello specifico, il mare è calmo e il gommone è un Altamarea Wave 23 lungo 6,80 metri, mentre la barca è una 4XC H22, lunga 6,50 metri, che fa parte della linea di barche di Honda Marine.

Oltre al dislocamento, le differenze registrate nel nostro test fra l’uno e l’altra stanno nei liquidi imbarcati: 110 litri di carburante + 40 di acqua sul gommone Altamarea; solo 50 litri di carburante sulla barca 4XC H22 SD. Entrambi hanno le carene pulite

Differenti anche le eliche installate: una 14 ¾ x 18” sul gommone, una 14 ½ x 17” sulla barca. Entrambe in acciaio a tre pale. Com’è andata dunque?

Barca, gommone e Honda BF150 all’opera

Diciamo subito che l’elettronica ha regalato un impatto favorevole sulla monoleva di entrambi gli scafi che, con una gestione semplice e intuitiva delle varie fasi di navigazione, ha dato morbidezza nell’innesto delle marce e prontezza nella risposta e nel passaggio dalla marcia avanti alla retro.

Gli strumenti digitali in plancia su entrambi i natanti visualizzano in modo chiaro un’infinità di dati utili, tra cui il consumo orario, il consumo litro/miglio, oltre a giri, velocità in nodi, trim e l’immancabile condizione dell’ECOmo, ora visibile con l’accensione di una “palpebra” verde sopra i valori numerici dei giri/motore.

L’ingresso in funzione  dell’ECOmo avviene a 2.000 giri con velocità ancora sotto la planata (6,6 nodi per l’Altamarea Wave 23 e di 5,8 nodi per il 4XC H22SD) e si disattiva per entrambi superati i 4.500 giri.

Con i trim a zero su entrambi gli scafi rileviamo una sensibile differenza di prestazioni a pari regime di giri: a 4.500 giri/min il gommone naviga a 25,8 nodi mentre il 4XC H22SD a 23 nodi.

Ovviamente in questo caso entrano in gioco anche i differenti pesi dei natanti, seppur in parte compensati dai differenti carichi di liquidi. Parlando di consumi i dati sono veramente interessanti.

Velocità e consumi del nuovo Honda BF150 D su sei metri e mezzo di barca a e gommone

Più nel dettaglio: sull’Altamarea Wave 23 a 4.000 giri, in pieno ECOmo, si plana a 22,2 nodi consumando 22 litri/h; sul 4XC H22SD a parità di giri, la velocità è inferiore di 3 nodi (19 nodi), ma i consumi scendono a 19 l/h, attestandosi a un solo litro per miglio.

Anche considerando per lo scafo 4XC una velocità di crociera di 21 nodi a 4.200 giri i consumi rimangono irrisori, pari a 20 litri/miglio. Risultati questi che tornano utili, oltre che al portafoglio, anche all’autonomia.

Andiamo a vedere ora ai giri più alti uscendo dalla tutela dell’ECOmo, che si disattiva a 4.600 giri. Ci mettiamo quindi a 5.000 giri, sempre con i trim a zero.

Qui la barca risente un po’ del maggior peso rispetto al gommone e per far lavorare bene il redan in carena, che è di progettazione Ranieri International, sarebbe forse meglio agire sul trim.

Ma la prova è a zero trim e dunque registro che a 5.000 giri/minuto sono 26 i nodi toccati dal 4XC H22SD, con un consumo di 29 litri/h, contro i 29,3 nodi dell’Altamarea e 42 litri/h di consumo.

In questo caso il confronto favorisce l’imbarcazione che ottiene 3 nodi in meno di velocità, ma risparmia 13 litri/h in consumi. Ma vi anticipo che questi si riequilibrano a pieno regime di giri che, su entrambi i natanti, riesco a raggiungere solo agendo sui trim.

Honda BF150 D, come si esprime agli alti regimi

Per via della conformazione della carena, sull’Altamarea occorre portare il trim addirittura al 94/100% della sua corsa per raggiungere i 6.100 giri/min, mentre basta il 75% della sua corsa sul 4XC H22SD per raggiungere i 6.200 giri/min.

A pieno regime le velocità sono pari a 35,5 nodi per la barca e di 38 nodi per il gommone. I consumi in entrambi i casi si livellano intorno ai 53/54 litri/h.

La spinta dal basso dell’Honda BF150 D si fa poi sentire in fase d’ingresso in planata, che per entrambi gli scafi non supera i 4 secondi, lievemente più favorevole al gommone, così come anche il dato riguardante il “minimo di planata”, che risulta essere di 9-10 nodi per  l’Altamarea Wave 23 contro i 12/13 del 4XC H22SD.

Un focus sui natanti messi alla prova

Cominciamo dal gommone. L’Altamarea Wave 23 con i suoi 6,80 metri nasce per uso diurno e presenta doppio prendisole fisso ed una coperta spaziosa con vani ben distribuiti e una console centrale.

La carena ha il cavallino arretrato e pertanto il battello naviga mantenendo la prua bassa sull’acqua, ma senza mai beccheggiare o risultare eccessivamente aderente all’acqua.

I tubolari dalla forma sinusoidale favoriscono il mantenimento “asciutto” della coperta, facendo defluire verso l’esterno l’acqua lavorata dall’opera viva a prua.

Dal canto suo invece, il 4XC H22SD è un progetto del cantiere Ranieri International ceduto a Honda Marine ed è un Walk Around cabinato di 6,50 metri che propone in carena un redan, il cui compito è favorire lo stacco dall’acqua e garantire maggior sostentamento allo scafo in velocità.

La coperta è totalmente per la vita diurna, con un prendisole ricavato sulla tuga e un lavello ricavato sotto il divano di pilotaggio. È anche possibile installare un angolo cottura con frigorifero. Sotto la console di comando si rivela un vano con due posti letto.

I numeri dell’Honda BF150 D iST


Potenza
150 hp (110,3 kW)

Tecnologia
4 tempi – DOHC 4 cilindri in linea V-TEC

Cilindrata
2354 cc

Alesaggio x corsa
87 x 99

Regime di giri massimo
5.000 – 6.000

Alimentazione
Iniezione Elettronica Programmata (PGM-FI)

Rapporto di riduzione al piede
2,14:1

Alternatore
55 A

Peso
217 kg

Dotazioni
Di serie: Nmea 2000 – Blast – ECOmo
Optional: Trolling Control


Prezzo

18.877 euro, Iva inclusa



I dati della prova su mare calmo e con carene pulite


HONDA BF150 D SUL GOMMONE ALTAMAREA WAVE 23
Elica 14 ¾ x 18” – 3 pale in acciaio
Carico: 3 persone + 110 litri di carburante + 40 litri di acqua

Giri/minuto Velocità (nodi) Consumo (l/h) Trim (%)
650 2,2 1,2 0
1.000 3,7 2,2 0
1.500 5 4 0
2.000 6,6 6 0 ECOmo
2.500 8 10 0 ECOmo
3.000 11,9 10 0 ECOmo / Min. planata
3.500 18 16,5 0 ECOmo
4.000 22,2 22 0 ECOmo
4.200 23,2 23 0 ECOmo / Crociera
4.500 25,8 32,4 0 ECOmo
5.000 29,3 42 0 Fine ECOmo
5.500 33,8 50,2 40%
6.000 36,4 54 94%
6.100 38 54 100%
6.200

HONDA BF150 D SULLA BARCA 4XC H22SD
Elica 14 1/2 x 17 – 3 pale in acciaio
Carico: 3 persone + 50 litri di carburante

Giri/minuto Velocità (nodi) Consumo (l/h) Trim (%)
650 2 1,2 0
1.000 3,2 2 0
1.500 4,7 3,6 0
2.000 5,8 5,4 0 ECOmo
2.500 7 9 0 ECOmo
3.000 13 12,8 0 ECOmo / Min. planata
3.500 14,3 16,5 0 ECOmo
4.000 19,2 19 0 ECOmo
4.200 21 20 0 ECOmo / Crociera
4.500 23 25 0 ECOmo
5.000 26 29 0 Fine ECOmo
5.500 28,7 47 0
6.000 33 52 0
6.100
6.200 35,5 53 75%

La barca e il gommone in numeri



Altamarea Wave 23 4XC H22SD
Lunghezza f.t. 6,80 m 6,50 m
Larghezza f.t. 2,70 m 2,42 m
Peso senza motori 830 kg 1.200 kg
Motorizzazione max 200 cv 230 cv
Serbatoio carburante 170 l 200 l

Leggi anche le altre news nella nostra homepage


Clicca ed entra nel sito di Honda Italia


Notizie correlate

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Copyrıght 2022 BoatMag. All Rights Reserved.