Idea 58WA e Suzuki DF 100C, il bello della semplicità

Idea 58WA è un walkaround tradizionale e ben rifinito, che abbiamo provato con il Suzuki DF 100C, un motore rigorosamente meccanico, ma affidabile e parco nei consumi. Un’accoppiata facile e semplice per avvicinarsi al diporto, ma non per questo di semplice “passaggio”.

Non c’è bisogno di investimenti a tanti zeri per divertirsi sull’acqua e questo Idea 58WA, un daycruiser di 6 metri che ho provato con il Suzuki DF100C, è qui a confermarlo.

Questa accoppiata barca/motore è infatti un eccellente soluzione di accesso per chi vuole “provare” cosa si può fare con una barca e non è poi detto che il passaggio successivo sia un modello maggiore, anzi, di soddisfazioni ai suoi proprietari ne può riservare parecchie.

Idea 58WA + Suzuki DF 100C = 30 nodi. Ecco tutto il test

Lago calmo ma giornata uggiosa, a bordo siamo in tre con una settantina di litri di benzina e il Suzuki DF 100C a poppa dell’Idea 58WA è dotato di un’elica di acciaio a tre pale da 17”.

Fatte le dovute premesse è il momento di dare fondo alle manette: la progressione è buona, più che sufficiente per una tranquilla crociera, anche se qui si deve considerare che non ci sono tutte le masserizie che di solito si caricano.

Comunque, come velocità massima, arriviamo a sfiorare i 30 nodi (29,6 se vogliamo anche i decimali) con un consumo di 40 l/h, che si dimezza se si viaggia a una velocità più idonea alla crociera, attorno ai 20 nodi.

Volendo, si può anche scendere quasi al limite di planata, che sull’Idea 58WA si colloca a 4300 giri e 18 nodi con un consumo di 14,5 l/h. Provo anche l’accelerazione: 4” per planare e 21” per raggiungere la velocità massima.

Data per scontata la pastosità dei comandi meccanici, faccio qualche evoluzione per capire come l’Idea 58WA se la cava col Suzuki DF 100C. Devo dire molto bene. Anche attraversando l’onda della nostra scia, la carena non ha mostrato comportamenti irregolari.

Niente scricchiolii sinistri a conferma che anche la costruzione è di buon livello e pure la tenuta è buona, fermo restando che con il meteo avverso sono in pochi quelli che decidono di sfidarlo.

Layout di bordo tipico dei day cruiser e, per questo, sempre rassicurante

Layout classico ma ben distribuito nei volumi per questo daycruiser di 6 metri. A poppa il divanetto lascia a sinistra un comodo passaggio alle plancette ai lati del fuoribordo e offre un grande gavone sottostante.

Volendo, poi, si può montare un tavolino per creare una piccola dinette. Peccato, però, che la seduta del driver sia fissa e rivolta solo verso la plancia. Comunque risulta comoda e permette di scegliere la posizione di guida.

Anche la plancia è semplice, ma con sufficiente spazio per accogliere la strumentazione scelta dal proprietario.

Il parabrezza protegge il giusto e l’accesso alla cabina è comodo: al suo interno questo daycruiser di 6 metri rivela una cuccetta doppia e c’è spazio anche per un wc chimico a scomparsa.

Ben sviluppata anche la zona prodiera dell’Idea 58WA, che è tutta occupata dal prendisole che sormonta con i cuscini la tuga, andando a creare una sorta di chaise longue. Il tocco finale che ci voleva.


Guarda la nostra anteprima dei nuovi Suzuki “meccanici” DF140B e DF115B


Clicca ed entra nel sito di Idea Marine


La scheda tecnica dell’Idea 58WA


Lunghezza f.t.5,80 m
Larghezza max2,40 m
Dislocamento800 kg
Potenza motore in prova su Idea 58WA100 cv
Motorizzazione massima130 cv
Motorizzazione minima40 cv
Portata persone7


I dati della prova dell’Idea 58WA con il Suzuki DF 100C

Giri/min. Nodi Consumi (l/h) Note
500 1,9 1,0
1000 3,0 1,7
1500 4,4 2,7
2000 5,5 3,8
2500 6,2 5,8
3000 6,7 8,9
3500 8,1 12
4000 14 15 Minimo di planata
43001814,5
4500 19 16
5000 23 21 Velocità di crociera veloce
5500 27 31
600029,640

Notizie correlate

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Copyrıght 2022 BoatMag. All Rights Reserved.