Azimut S7: la nuova “eco-sportiva” si rinnova in virtù di efficienza e comfort

Il nuovo Azimut S7 si rinnova con un look più fresco, con più spazio a bordo e una propulsione performante e più attenta ai consumi. Il 70 piedi hardtop del cantiere italiano si evolve dunque per esaltare il piacere della navigazione sportiva con più stile e comfort.

Ecosostenibilità e sportività sono due concetti contrastanti ma, in una comunità sempre più attenta al nostro pianeta, è diventato necessario trovare un modo per offrire prestazioni a minor impatto ambientale.

È proprio in questa direzione che Azimut Yachts ha lavorato per sviluppare una nuova generazione di barche, che passa anche attraverso il restyling di barche già presenti in gamma.

Il primo modello a rinnovarsi è il nuovo Azimut S7 con i suoi 21,78 metri. Questo yacht rivela infatti una natura “eco-sportiva”, che promette consumi più contenuti a fronte di una velocità massima di oltre 35 nodi.

Un’evoluzione di design, tecnologia e performance

L’anticipazione del nuovo Azimut S7 è stata diramata online, ma il debutto ufficiale avverrà al Salone di Düsseldorf, che si terrà dal 21 al 29 gennaio 2023 (curiosità: anche il primo S7 aveva esordito a D¨üsseldorf, nel 2018).

Azimut S7 - Render barca in navigazione.

Le forme e le proporzioni sportiveggianti riprendono quelle del modello passato ma, grazie alla mano di Alberto Mancini, il design degli esterni è stato rinfrescato per offrire un prodotto più moderno e attraente.

Le vetrate sullo scafo, che danno luce al lowerdeck, sono ora molto più ampie e composte da un’unica superficie, che rende l’aspetto più curato e filante.

La stessa soluzione estetica è stata ottimizzata anche per la tuga, che ora è caratterizzata da linee più sinuose ed eleganti.

Che sia a prua, a poppa o sul sundeck (dove è anche presente la seconda postazione di comando), gli ospiti possono sfruttare ampie zone con divani e prendisole per rilassarsi all’aperto.

Azimut S7 - Pozzetto.

Il maindeck offre naturalmente anche un’area al coperto, dove è stato allestito un salotto direttamente collegato con l’esterno e una cucina di buone dimensioni.

Più spazio sottocoperta grazie anche ai motori

Grazie anche alla configurazione tecnica dei motori Volvo Penta Ips (di cui vi parliamo poco sotto), il nuovo Azimut S7 dispone di quattro cabine e tre bagni.

Azimut S7 - Layout sottocoperta.

In più, c’è anche una cabina doppia per l’equipaggio e un garage posizionato a poppa in grado di ospitare fino a due water toys.

La suite armatoriale è a centro scafo e si estende per tutti i 5,15 metri di larghezza. Il letto è posto per baglio a ridosso della murata di sinistra, così da sfruttare quella di dritta per lo sviluppo di un divano lineare. Lungo la murata poppiera, invece, si estende il grande bagno e la cabina armadio.


Scopri anche l’ammiraglia della serie S di Azimut Yachts, il Grande S10


Azimut S7 render cabina armatoriale.

Quando la potenza va di pari passo con l’efficienza

Come anticipato, gli ingegneri sono riusciti a sfruttare al massimo i volumi dello scafo e ad ampliare gli spazi abitativi del nuovo Azimut S7.

Questo grazie anche alla collaborazione con Volvo Penta, che ha fornito una tripla propulsione Ips più compatta.

Come ormai si sa, questa soluzione è caratterizzata da pod posizionati sotto la poppa con l’elica rivolta verso prua che, ruotando sul proprio asse, ha funzione sia di governo che propulsiva.

Vista subacquea dello scafo di una barca con tre pod Ips Volvo Penta.

Tutto ciò ha permesso di ottimizzare il dimensionamento e il posizionamento della sala macchine, che è più verso poppa, lasciando così più spazio per l’area abitativa a proravia.

In sala macchine ci sono tre motori D13 da 800 cv Ips1050, che consentono di raggiungere una velocità massima calcolata dal cantiere di oltre 35 nodi e una di crociera di circa 27 nodi.

Motore Volvo Penta D13 da 1000 cavalli con il pod Ips1250.
Il motore Volvo Penta D13 da 1000 cavalli con il pod Ips.

Scopri di più sul motore Volvo Penta D13 da 1000 cavalli nel nostro articolo


Le prestazioni, quindi, non mancano su questo yacht eco-sportivo, che si fa distinguere anche per altre qualità.

Infatti, la sovrastruttura dell’Azimut S7 è in fibra di carbonio: questo materiale, a differenza di altri compositi, ha permesso di abbassare l’ago della bilancia rispetto alla passata generazione e di abbassare l’effetto di rollio di circa il 15%.

Con questi aggiornamenti tecnici la novità di Azimut promette consumi ridotti di ben il 30% (a parità di dimensioni e peso di altre barche) per ottimizzare i 3.800 litri di capacità di carburante.

Tecnologia di ultima generazione per il nuovo Azimut S7

Il nuovo Azimut S7 non deluderà neanche sul fronte tecnologico, dove prevede sistemi di ultima generazione a supporto del driver.

Render Azimut S7 in navigazione.

Tra le funzionalità principali c’è l’Active Trim Control per stabilizzare al meglio l’assetto durante la navigazione.

Poi c’è il sistema di monitoraggio e controllo sviluppato da Garmin per tenere sott’occhio lo stato dell’imbarcazione anche a distanza, e l’Advance Joystick Control per facilitare il controllo della barca in manovra.

Azimut S7, la scheda tecnica

Lunghezza f.t.21,68 m
Larghezza5,15 m
Immersione sotto le eliche a pieno carico1,69 m
Dislocamento a pieno carico46.000 kg
Serbatoio carburante3.800 l
Serbatoio acqua dolce1.000 l
Cabine4 + 1 equipaggio
Motori3×1000 cv Ips1050
Velocità massima35 nodi
Velocità di crociera veloce27 nodi

Clicca e guarda tutta la serie S sul sito ufficiale di Azimut Yachts


Notizie correlate

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Copyrıght 2022 BoatMag. All Rights Reserved.