Il raid Mediterraneo in Rosa: è in arrivo a Genova l’ondata al femminile di Suzuki

È un equipaggio interamente al femminile quello che sta affrontando il raid Mediterraneo in Rosa in gommone, partito il 6 settembre da Amantea, in Calabria, con arrivo al Salone di Genova il 22 settembre, proprio in coincidenza con l’apertura della fiera.

Sono tutte donne e stanno risalendo lo Stivale dalla Calabria alla Liguria a bordo di un gommone Nuova Jolly Prince 22 motorizzato da un Suzuki DF200 AP.

Quando si parla di raid e di avventure in mare, difficilmente Suzuki fa mancare il suo supporto e quando si parla di avventurieri in mare non si può non pensare a Sergio Davì.

Il comandante, che ha appena concluso la Palermo-Los Angeles su un gommone di 10 metri, sarà infatti a Genova il 22 settembre ad attendere l’arrivo dell’equipaggio di Mediterraneo in Rosa.


Scopri l’ultima impresa di Sergio Davì nel nostro articolo


Otto tappe a staffetta in due settimane. E c’è anche un risvolto benefico

Partite da Amantea, in Calabria, il 6 settembre, le navigatrici di Mediterraneo in Rosa passeranno il traguardo attraverso un ideale striscione di arrivo il giorno dell’apertura del boat show genovese con un orario previsto per le 15.00.

Sono otto le tappe previste: Amantea – Marina di Camerota; Marina di Camerota – Baia di Napoli; Baia di Napoli – Latina Foce Sisto; Latina Foce Sisto – Giglio Porto; Giglio Porto – Piombino; Piombino – Bocca di Magra; Bocca di Magra – Varazze; Varazze – Genova.

Mediterraneo in Rosa, equipaggio al femminile a bordo del Nuova Jolly Prince 22 motorizzato con un fuoribordo Suzuki DF200 AP.

Gli equipaggi sono composti da tre donne, che a ogni tappa si alternano insieme ad alcuni ospiti che via via si avvicendano a bordo del Prince 22.

Nel corso della navigazione, gli equipaggi di Mediterraeno in Rosa faranno delle soste presso alcuni concessionari Nuova Jolly e Suzuki, come Acquasport di Piombino e Marine Wizard di Varazze (SV) e Santo Stefano al Mare (IM), per raccogliere fondi per l’associazione Lorenzo Persone Onlus, che è un centro di ascolto e supporto psicologico per i malati di tumore e i loro familiari.

Il gran finale e la possibilità per tutti di provare l’accoppiata gommone e motore

Dopo il gran finale di Mediterraneo in Rosa al 62° Salone Nautico di Genova, il Nuova Jolly Prince 22 con il suo Suzuki DF200 AP rimarrà esposto presso la banchina Suzuki e sarà a disposizione per le prove in mare.

Mediterraneo in Rosa, equipaggio al femminile a bordo del Nuova Jolly Prince 22 motorizzato con un fuoribordo Suzuki DF200 AP.

Ma c’è di più! Chi parteciperà al social contest promosso sui canali di Suzuki, avrà la possibilità di fare la prova insieme a Sergio Davì.

Clicca qui per entrare nella pagina Facebook di Suzuki Italia Marine

Domenica 25 settembre, inoltre, sempre Sergio Davì premierà il team delle navigatrici in rosa al Salone Nautico di Genova, con una cerimonia alle 12.00 presso lo stand Suzuki al Pad. B.

Ma oltre a Sergio Davì, c’è un altro grande raider che ruota attorno a Mediterraneo in Rosa e al quale questa avventura volge un tributo speciale.

Mediterraneo in Rosa ricorda il raider Giovanni Bracco

La scelta di partire il 6 settembre non è casuale, ma è stata fatta appositamente per commemorare Giovanni Bracco, un altro raider di grande spessore e fama fra gli appassionati di nautica, gommoni e avventura.

Mediterraneo in Rosa, equipaggio al femminile a bordo del Nuova Jolly Prince 22 motorizzato con un fuoribordo Suzuki DF200 AP.

Bracco, col quale Nuova Jolly e Suzuki avevano stretto un rapporto di amicizia e di collaborazione, è infatti nato proprio in quel giorno ed è prematuramente scomparso lo scorso inverno, poco tempo dopo aver concluso un’altra delle sue imprese: la circumnavigazione della nostra penisola da Genova a Venezia in 15 giorni.

Più in generale, anche altre scelte sono state fatte con riferimenti specifici.

L’accoppiata Nuova Jolly e Suzuki, per esempio, è la stessa che ha accompagnato le varie imprese epiche di Sergio Davì, mentre la Calabria è la terra d’origine dei titolari del cantiere Nuova Jolly.

Gommone Nuova Jolly Prince 22 motorizzato con un Suzuki DF200 AP durante un raid europeo del Club del Gommone.

In particolare, proprio il Prince 22 motorizzato con il Suzuki DF200AP è la stessa coppia che da poco ha concluso il Raid Europeo del Club del Gommone di Milano (foto sopra).


Clicca qui per entrare nel sito ufficiale del Club del Gommone e scoprire tutte le attività e le imprese


Tutti questi raid hanno potuto contare sull’affidabilità del Suzuki DF200 AP, un fuoribordo con un’architettura a quattro cilindri in linea, che offre prestazioni paragonabili a quelle di un V6, con i vantaggi derivati dalle dimensioni e dal peso, che è di soli 225 kg.

Il Prince 22 di Nuova Jolly è invece un gommone di 6,80 metri di lunghezza per 2,70 di larghezza, con una carena a V profonda a prua che digrada finoa 25° a poppa

Pesa a secco 950 kg e può supportare una potenza massima del motore fuoribordo di 200 cavalli.


Notizie correlate

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Copyrıght 2022 BoatMag. All Rights Reserved.