Sfida vinta! Sergio Davì è arrivato a Los Angeles nel suo raid partito da Palermo

Sergio Davì ce l’ha fatta: partito da Palermo a metà dicembre 2021 è arrivato a Los Angeles il 23 maggio 2022, navigando in solitaria su un gommone di 10 metri con due fuoribordo Suzuki da 300 cv.

Cinque mesi di viaggio, 9.201 miglia percorse in 519 ore e 32 minuti di navigazione, tre continenti, 12 Paesi e due oceani solcati su un gommone Nuova Jolly Prince 38 CC con due Suzuki da 300 cavalli e strumentazione elettronica Simrad.

Ecco in estrema sintesi la sfida affrontata, e riuscita, da Sergio Davì nel suo raid da Palermo a Los Angeles, dove è arrivato il 23 maggio alle 13.00.

Era l’ultimo scampolo del 2021, esattamente il 15 dicembre, quando Sergio Davì mollò gli ormeggi da un piccolo porticciolo di Palermo per puntare alla volta di Los Angeles.

Sia il gommone di 10 metri sia i motori erano praticamente di serie, perché non hanno subito modifiche in vista della navigazione in oceano Atlantico e nel Pacifico.

Per quanto riguarda la strumentazione elettronica, Davì ha potuto fruire del top di gamma di Simrad, come il sofisticato pilota automatico AP 48, il radar HALO24 e il display multifunzione NSS evo3S dotato di cartografia C-Map.

Dopo non poche difficoltà legate alle condizioni meteo spesso avverse e, non di meno, dalla minaccia del Covid, che pure ha fermato il comandante per qualche tempo, il raid Ocean to Ocean Rib Adventure da Palermo a Los Angeles è giunto vittoriosamente al termine.


Clicca qui per leggere tutti i dettagli del raid Ocean to Ocean Rib Adventure da Palermo a Los Angeles


Sergio Davì e il suo record personale nell’oceano Atlantico

Nella sua spedizione in solitaria da Palermo a Los Angeles (a parte due tappe in cui sono stati ospitati Teo Ajello, titolare del cantiere Nuova Jolly, e Massimo Nalli, presidente di Suzuki Italia), Davì ha anche battuto il suo record di navigazione oceanica.

La tappa atlantica da Capo Verde alla Guyana francese, infatti, ha visto l’Aretusa Explorer impegnato in una tratta di 1.770 miglia, che sono state percorse in sei giorni e otto ore di navigazione no stop.

Ben 512 miglia in più rispetto alla 1.258 percorse in 132 ore, quando in una tappa di un altro raid partì sempre da Capo Verde per arrivare in Brasile.


Leggi anche: Davì ce l’ha fatta! Da Capo Verde alla Guyana francese battendo il suo record atlantico


Clicca e scopri tutti i dettagli del fuoribordo Suzuki DF300 AP


Notizie correlate

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Copyrıght 2022 BoatMag. All Rights Reserved.