Evinrude E-Tec G2: il fuoribordo del futuro?

Si può già ordinare e presto inizieranno le consegne del primo Evinrude E-Tec G2, il primo fuorbordo totalmente nuovo degli ultimi 38 anni e anche il primo Evinrude con il DNA di BRP.

Sono inediti, oltre al look certamente originale, il sistema di comando, il monoblocco e il supporto, la scatola di ingranaggi SLX del piede e il processo termodinamico. Tutto questo si traduce nel 20% di coppia in più con una riduzione dei consumi del 15% e delle emissioni del 75% grazie alla combustione PurePower e al sistema di scarico Rotax Adjustable Valve Ehhaust.

Guarda in questo video l’accelerazione dei due motori da 250 cavalli.

Evinrude E-Tec G2

Per entrare nel merito dei singoli elementi, il piede e la scatola ingranaggi SLX presentano una pompa dell’acqua ad alta capacità, il cambio elettrico integrato, l’albero elica di grande diametro e prese d’acqua più basse; la protezione anticorrosione prevede tutti componenti di alluminio rivestiti con ossido di titanio, anodi più estesi e in posizione ottimizzata e un maggior numero di componenti protetti all’interno. Una particolare citazione merita il supporto che è dotato di un asse di rotazione di 61 mm, supporti di 116 mm di diametro, boccole di bronzo a bagno d’olio, cinque posizioni di montaggio e una flangia di 35,6 mm; inoltre l’asse di rotazione collocato dietro lo specchio di poppa rende il supporto più rigido e resistente, riducendo le sollecitazioni trasmesse alla barca, senza dimenticare il rigging a doppio asse che riduce gli ingombri nel pozzetto e dona all’insieme un aspetto più ordinato. La timoneria idraulica è integrata nel supporto dello specchio di poppa, mentre il sistema servoassistito si collega facilmente alla timoneria e ai tubi già presenti a bordo, non richiede componenti aggiuntivi e non occupa spazio. Ben integrato è anche il serbatoio dell’olio (siamo su un motore a due tempi) da 7,6 litri, mentre l’E-Tec G2 genere rispetto al modello precedente il 40% in più di carica della batteria al regime minimo permettendo così di alimentare più componenti elettrici.

Evinrude E-Tec G2

Certamente l’aspetto estetico è quello che più colpisce di questo fuoribordo che può disporre di oltre 400 configurazioni possibili combinando i diversi pannelli e i relativi fregi. Altrettanto apprezzati dal diportista saranno anche i nuovi comandi Icon con il display touch disponibile in tre misure da 7”, 4,3” e 3,5” e le manette dal design pure molto raffinato. Interessante il kit offerto per l’acceleratore a pedale, certamente poco usato nel diporto ma apprezzabile sulle barche più performanti e non potevano mancare tutta una nuova offerta di eliche con le gamme RX4 e Raker HO. A tutto questo si aggiungono cinque anni di garanzia su motore, corrosione e ancora cinque anni o 500 ore di utilizzo senza interventi di manutenzione.

Evinrude E-Tec G2

Resta solo da ricordare che il nuovo Evinrude E-Tec G2 è offerto nelle potenze da 200 a 300 cv con i modelli da 200 cv, 225, cv e 250 cv proposti anche nell’allestimento più sportivo HO. Tutti sono sviluppati sul medesimo monoblocco V6 da 3441 cc a due tempi a iniezione indiretta E-Tec con modalità di combustione stratificata a bassi regimi. Da citare anche il peso contenuto in soli 253 kg (244 kg per gli HO) che li rende degli autentici campioni nel rapporto peso/potenza. Prezzi consigliati al pubblico a partire da 21.449 euro dell’E200 LHO per arrivare a 27.399 euro (tutti Iva compresa) dell’E300 ZU.

Visita il sito BRP

Notizie correlate

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Copyrıght 2018 BoatMag. All Rights Reserved.