Ultraflex, tante novità al Mets di Amsterdam

Ultraflex ha presentato al Mets di Amsterdam, il più importante salone dell’accesorio nautico, numerosi nuovi impianti e dotazioni per le imbarcazioni da diporto.

Ultraflex, leader nella produzione di sistemi di guida, propone la timoneria elettroidraulica Masterdrive anche per i motori entrobordo. Masterdrive è il sistema di guida più evoluto del mercato con la sua triplice modalità di funzionamento: ormeggio, crociera e pesca.

Ultraflex al Mets

Paddle Trim (nella foto di apertura) è il rivoluzionario sistema di controllo di flap e trim (o altri impianti) solidale con la ruota del timone. In questo modo è possibile comandare varie funzioni senza mai staccare le mani dal volante. Può essere applicato sia su piccole imbarcazioni e gommoni, sia su grandi yacht. Il suo impiego su scafi veloci aumenta la sicurezza consentendo una maggiore rapidità di azione e un costante controllo del timone, senza mai distrarsi dalla guida per cercare i vari comandi in plancia.

Ultraflex al Mets

Ben sei nuovi volanti arricchiscono la già vastissima gamma di timoni Ultraflex. I nuovi modelli Adorno, Contarini, Venier, Grimani, V20 e V 29 si rivolgono alle più disparate imbarcazioni grazie a forme, dimensioni, colorazioni, materiali di diversa tipologia; tutti i volanti sono di massima qualità e hanno impeccabili finiture.

Ultraflex al Mets

Il catalogo Uflex, società del Gruppo Ultraflex, si è arricchito di ulteriori novità, tra cui gli impianti di condizionamento marini a basso consumo con tecnologia inverter. Gli ultimi due modelli Compact i13 VSD e Compact i24 VSD hanno capacità rispettivamente di 13.000 e 24.000 BTU/h e completano la gamma che comprende anche le unità Compact i42 VSD e i62 VSD da 42.000 e 62.000 BTU/h. Tutti questi impianti sono dotati dell’inversione di ciclo che trasforma il condizionatore in pompa di calore e rispondono alle Direttiva Comunitaria 2004/108/EC sulla compatibilità elettromagnetica. Questi impianti di condizionamento presentano numerosi vantaggi, tra cui la massima efficienza, con una riduzione fino al 45% del consumo complessivo di energia elettrica; la possibilità di utilizzare gruppi elettrogeni di bordo di modesta potenza risparmiando così costi, spazi e consumi; la quasi totale assenza di rumori e vibrazioni che permette il funzionamento notturno dell’impianto; una temperatura dell’aria di uscita sempre costante per il massimo comfort ambientale e, infine, l’annullamento dei picchi di corrente all’avviamento, responsabili dei sovraccarichi sulle linee di alimentazione.

Visita il sito Ultraflex Group

Notizie correlate

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Copyrıght 2018 BoatMag. All Rights Reserved.