Mondiale XCAT: a Fujairah la Pole è di Fazza

Il campione in carica Fazza, seguito dagli italiani di T-Bone Station, conquista la prima pole del 2015 UIM XCAT World Series; il debuttante Swecat Team è secondo nello Speed Cat Run.

Sembra proprio che quest’anno ci sarà qualcuno in grado di impensierire i campioni di Fazza, almeno a giudicare dai risultati della pole position di questa mattina e in parte anche del Dubai Duty Free Speed Cat Run.
Le prove ufficiali del Gran Premio di Fujairah, prima prova del mondiale 2015 UIM XCAT World Series, si chiudono con i campioni in carica in prima posizione, seguiti però da Giovanni Carpitella e Ahmed al Hameli sull’italiana T-Bone Station. I tempi migliorano rispetto alle libere di ieri, segno che i piloti stanno affinando gli assetti e pochi decimi possono fare la differenza: infatti ancora una volta sette barche sono racchiuse in cinque secondi.

XCatFujairahGP_0249

Fazza 3 fermando i cronometri a 2.28.12 resta imprendibile, ma la seconda piazza vede sventolare la bandiera tricolore: T-Bone Station 10, del Fendi Racing Team, segna 2.30.18 e si mette alle spalle Dubai 7. Peccato non vedere Luca Fendi in abitacolo con Giovanni Carpitella (tornerà nella prossima gara di Dubai), ma l’emiratino Ahmed al Hameli che lo sostituisce dimostra tutta la sua bravura dopo anni di corse in circuito e offshore.
Da segnalare anche l’ottima prestazione della francese Yachts 96, con il corso Francois Pinelli e il veneziano Saul Bubacco, mentre – a parte il quinto tempo di Abu Dhabi – i team debuttanti dimostrano di avere ancora da lavorare per trovare la giusta prestazione sul giro.

“Siamo usciti con molta benzina per provare l’assetto di gara e subito abbiamo segnato dei buoni tempi – ha dichiarato Carpitella -. L’obiettivo era restare nei primi quattro per essere favoriti in partenza. Man mano la barca si alleggeriva saliva però il vento e non è stato possibile fare meglio. Fazza resta imprendibile, hanno un pacchetto perfetto e un ottimo affiatamento, ma se domani ci sarà un po’ di onda, come sembra, potremo dire la nostra”.
“Ho corso con Carpitella anni fa proprio in XCAT – aggiunge Ahmed al Hameli -, ma con barche molto diverse. Ci troviamo bene in abitacolo, però ho dovuto adattarmi a questa barca che non avevo mai provato. Comunque siamo soddisfatti”.

XCAT_FujairahGP©RaffaelloBastiani0135

Nel pomeriggio si è disputata la consueta e adrenalinica gara di accelerazione uno contro uno, il Dubai Duty Free Speed Cat Run. Scontri a eliminazione diretta, stile drag-race, che hanno decretato vincitore ancora Fazza, ma sul podio ci sono anche i piloti scandinavi del debuttante Swecat Racing Team e nuovamente Carpitella-Al Hameli su T-Bone Station.
Da quest’anno sarà ancora più importante primeggiare in questa gara perché, oltre a una classifica separata, ci saranno in palio punti per il campionato vero e proprio.

Domani si chiude l’evento con una giornata ricca di appuntamenti: accompagnata da spettacolari esibizioni di Flyboard, evoluzioni free-style con i Jet-ski e lanci dei paracadutisti acrobatici di Skydive Dubai, ci sarà spazio per l’ultima messa a punto delle barche con la sessione di prove libere dalle 10.30 alle 11.30 (7.30–8.30 in Italia). Alle 15.30 (12.30 in Italia) bandiera verde per la prima gara 2015 dello UIM XCAT World Series.

La gara si potrà seguire in live streaming dal sito www.xcatracing.com e dal canale Youtube XCAT Powerboats.
Inoltre, questa sera, giovedì 26 febbraio, alle ore 21.00 andrà in onda la sintesi della gara di Stresa dello scorso anno. Il canale è visibile sul 153 del digitale terrestre e sul 225 del pacchetto Sky, e le gare saranno commentate in studio dal pilota (auto e offshore) Gian Maria Gabbiani e da Emanuele Ferraris di Celle. Il secondo passaggio della stessa puntata sarà domenica 1 marzo alle ore 20.30. Dal sito www.sportitalia.com è inoltre possibile, registrandosi gratuitamente, vedere la programmazione in streaming.

Notizie correlate

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Copyrıght 2019 BoatMag. All Rights Reserved.