Benetti Yachts: un primo trimestre pieno di novità

Tre nuove barche da Benetti Yachts: il M/Y Vica di 50 m è pronto a salpare da Livorno a metà marzo, l’unità FB264 di 63,5 m è stata varata sempre a Livorno, mentre il Surpina di 56 m è in consegna a fine marzo.

Il M/Y Vica (nella foto di apertura), lungo quasi 50 metri, è la prima imbarcazione Benetti Yachts costruita con doppia tecnologia: lo scafo è di vetroresina, mentre la sovrastruttura è di alluminio, flessibile e modellabile per rispondere alle diverse esigenze di personalizzazione degli armatori. Barca decisamente mediterranea e dagli ampi spazi aperti, presenta grandi ponti a poppa e a prua che si aggiungono a un enorme sundeck. Vica garantisce prestazioni “confortevoli” senza vibrazioni e rumore, abbattuti grazie all’inserimento di un particolare collegamento elastico tra i motori e gli assi elica. Per quanto riguarda il profilo esterno, oltre alle grandi vetrature a tutta altezza, una sua particolarità è avere tre portelli apribili: il primo, laterale a poppa, serve per l’alaggio e il varo del tender e si aggiunge a quello che funge da spiaggetta; il terzo, molto originale, si apre sulla lobby del ponte inferiore e permette di creare un’area “open air” in una zona generalmente chiusa. Altra caratteristica rara su imbarcazioni di queste dimensioni è la scala laterale automatica, a uso esclusivo dell’armatore, per raggiungere il livello dell’acqua.
Il layout interno prevede quattro cabine per gli ospiti sul ponte inferiore, la suite dell’armatore a prua del ponte principale e una cabina aggiuntiva sul ponte superiore. I membri dell’equipaggio sono 12 suddivisi in sei cabine nel ponte inferiore. Negli arredi il legno dominante è il ciliegio lucido e satinato per le cabine, mentre le finiture e i dettagli sono di palissandro. Suggestivo il design delle luci a led, con colonne di arredo di alabastro illuminate dall’interno attraverso il controllo dinamico del punto di bianco.

Benetti_FB264_2

Il progetto individuato dalla sigla FB264 è uno yacht di acciaio e alluminio lunga 63,5 metri per una larghezza di 11 metri. Si tratta di una barca costruita da Benetti Yachts su misura per un uso privato, concepita come una vera e propria “casa al mare”, a partire dalla compartimentazione interna: oltre al salone sul ponte principale non si trovano grandi spazi comuni, ma ambienti più intimi e riservati. Tutti i materiali sono pregiati, come i testaletto in Galuchat, con un’elevata complessità nelle lavorazioni: moltissimi inserti in metallo, ripiani di vetro trasparente, ma soprattutto elementi che hanno reso necessari interventi di falegnameria molto complessi anche per gli esperti artigiani del cantiere.

Benetti_fb267_Surpina

Il M/Y Surpina, 56 metri di lunghezza per 10,80 di larghezza, è uno yacht che colpisce subito per una linea esterna molto particolare. Il suo profilo nasce da precise richieste dell’armatore: la zona poppiera dei ponti principale e superiore non sono aperte, come di consuetudine sulle imbarcazioni Benetti di queste dimensioni, ma sono verandate, quindi con grandi vetrature che nascondono una zona living sul ponte principale e una palestra adiacente alla suite dell’armatore su quello superiore. Internamente il layout prevede sette cabine per gli ospiti più la suite armatoriale: il contrasto del legno con la moquette bianca e i marmi regalano un ambiente rilassante e intimo; tra i materiali usati domina la radica di Olmo delle boiserie, accanto a mogano, noce e palissandro per i dettagli. Una delle caratteristiche di questo yacht è la “preziosa” presenza di mobili d’epoca voluti dall’armatore che esaltano l’artigianato italiano. La motorizzazione è affidata a due MTU 12V di 1340 kW ciascuno che garantiscono un’autonomia di crociera alla velocità economica di 12 nodi di 5 mila miglia nautiche.

Visita il sito Benetti Yachts

Notizie correlate

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Copyrıght 2022 BoatMag. All Rights Reserved.