Raid Suzuki 50th Anniversary: trionfo!

Un motore da 50 cv, un battello pneumatico da cinque metri, cinque equipaggi, 50 ore di navigazione ininterrotta, giorno e notte, 14 nodi di media per un totale di 700 miglia percorse, consumando 350 litri di carburante, pari a 2 miglia/litro o, se preferite, 0,5 litri/miglio: questi i significativi numeri del Raid Suzuki 50th Anniversary.

Obiettivo centrato per la bella avventura che gli uomini dell’equipe tecnica Suzuki e alcuni giornalisti della stampa specializzata hanno portato a termine. Il Raid Suzuki 50th Anniversary era stato organizzato per festeggiare i 50 anni dalla nascita di Suzuki Marine, la divisione nautica del colosso industriale di Hamamatsu, nata nel 1965 con la realizzazione del D55, un motore di 98 cc in grado di erogare 5,5 cv.

Suzuki_Raid50th_8

Un raid non competitivo che è stato anche l’occasione per realizzare un test significativo e probante: 50 ore di funzionamento senza sosta per un fuoribordo Suzuki DF50A appena tolto dall’imballaggio, montato e… usato. Tutto si è trasformato quasi in una prova d’ardimento a causa di condizioni meteo al limite, di quelle che nessun diportista si sognerebbe mai di affrontare con un natante di dimensioni ridotte. Un test che proprio per questo ha consentito di misurare esattamente le qualità del binomio motore/rib, apprezzato da tutti i partecipanti.

Suzuki_Raid50th_9

Onde anche oltre i quattro metri, frangenti che si mischiavano con un mare di risacca che sembrava provenire da ogni parte, vento con punte di 30 nodi da Ovest, scrosci d’acqua. Napoli accoglieva così il manipolo di temerari del Raid Suzuki 50th Anniversary che osavano sfidare il suo mare con il Focchi 510 di 5,16 metri di lunghezza per 2,48 di larghezza e 340 kg di peso. Un natante omologato per trasportare 10 persone con una potenza installabile di 90 kW, la cui unica preparazione è stata quella di imbarcare due serbatoi di benzina alla volta, ciascuno da 25 litri di capienza, in modo da garantire una navigazione sicura, con la giusta riserva di carburante, a tutti gli equipaggi.
Precauzione che, grazie ai risultati ottenuti dal Suzuki DF50A durante l’intera durata del Raid Suzuki 50th Anniversary, si è rivelata saggia e cautelativa ma non utile, visto che alla fine di ogni turno di guida il serbatoio di rispetto non è stato praticamente mai utilizzato.
Il motore Suzuki si è confermato un campione di affidabilità, resistenza ed economia, non solo per i dati di consumo e le 50 ore di funzionamento, ma anche perché non c’è mai stato un solo tentennamento nel suo silenziosissimo funzionamento, nonostante le condizioni del mare imponessero ai driver un uso esasperato della manetta del gas.

Visita il sito Suzuki Marine

Notizie correlate

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Copyrıght 2022 BoatMag. All Rights Reserved.