Sergio Davì naviga alla volta dei Fari d’Italia nel nuovo "Rib Experience" partito da Genova

Categorie: Eco News
10 Novembre 2023
Sergio Davì naviga alla volta dei Fari d’Italia nel nuovo "Rib Experience" partito da Genova

Sedici dei 161 fari della Marina Militare, 8000 km di costa italiana e un gommonauta (e che gommonauta), Sergio Davì su un gommone Nuova Jolly motorizzato Suzuki: si presenta così l’evento Fari d’Italia Rib Experience, partito a fine settembre da Genova e in corso lungo tutto lo Stivale.

 

di Maurizio Massa


Una circumnavigazione lungo le coste italiane alla scoperta di quei "monumenti" indispensabili per ogni navigante: è Fari d'Italia Rib Experience, il raid appena intrapreso da Sergio Davì, dopo la sua ultima impresa della Ocean to Ocean, che lo ha visto navigare da Palermo a Los Angeles su tre oceani a bordo di un gommone di 11 metri.


Leggi di più nel nostro articolo sulla Ocean to Ocean Rib Adventure


Fedeli compagni d'avventura sono sempre loro: l'Aretusa Explorer, ovvero il gommone Nuova Jolly Prince 38 CC, e i due fuoribordo Suzuki DF300B, questa volta chiamati a condurre il comandante siciliano alla riscoperta di 16 dei 161 fari che, oltre a essere fondamentali strumenti d'aiuto per la navigazione, sono anche preziosi siti del patrimonio culturale italiano.

Sergio Davì in una tappa del raid Fari d'Italia Rib Experience.

Partita a fine settembre da Genova, questa navigazione fa spaziare l’immaginazione e la fantasia tra luoghi da cartolina come l’Isola d’Elba, la Sardegna e la Sicilia – solo per citarne alcuni –, ma ha come elemento centrale l’educazione e la sensibilizzazione ambientale soprattutto dei giovanissimi.

Non mancano infatti giornate dedicate alle scuole di primo grado previste in alcune delle tappe, in cui Sergio Davì illustrando la sua esperienza, parla di ambiente e inquinamento. Un buon modo per far sì che sin da piccoli ci si occupi del pianeta, offrendo un altrettanto buon esempio agli adulti.

Il contributo di Suzuki è anche nei confronti del mare

In questo contesto prende voce anche Suzuki, che ha dotato i suoi fuoribordo del sistema Micro Plastic Collector (#lavalacqua), grazie al quale riesce a trattenere le microplastiche presenti nell'acqua di mare pescata per il circuito di raffreddamento, filtrandola prima di farla entrare in circolo e rilasciandola al termine del suo percorso senza più impurità.

Leggi di più nel nostro articolo su come funziona il Suzuki Micro Plastic Collector

Nuova Jolly Prince 38 CC con i due Suzuki DF300B.

Paolo Ilariuzzi, Direttore di Divisione Moto e Marine di Suzuki Italia, infatti ha dichiarato: “Davì lo abbiamo visto navigare in lungo e in largo tra i Mari del Nord e gli oceani Atlantico e Pacifico. Questa volta invece ci farà sognare tra luoghi romantici del Mar Tirreno, lungo una rotta passante per l’arcipelago toscano, la Sardegna, le isole minori della Sicilia e la Campania, dove incontrerà da vicino le bellezze dei luoghi per scoprirne le eccellenze e parlare soprattutto di ambiente e territorio, assieme a giovani e bambini delle scuole locali. Suzuki supporta queste iniziative con lo scopo di portare la cultura del mare a un pubblico più ampio che possa avvicinarsi al comparto marine, scoprendo quanto l’andar per mare sia possibile e sostenibile.”

Con il raid Fari d'Italia Rib Experience, dunque, Sergio Davì, insieme a partner istituzionali che contribuiranno alla visibilità della proposta culturale e ambientale, vuole essere rilevante nel coinvolgere la collettività a guardare a un futuro green con maggiore ottimismo.

Nuova Jolly Prince 38 CC con i due Suzuki DF300B.

Scopri di più sui fuoribordo DF300B in questa pagina del sito ufficiale di Suzuki Italia Marine


Condividilo a un amico

La redazione di BoatMag

Claudio Russo e Alberto Mondinelli, i fondatori di BoatMag, due giornalisti con una lunga esperienza di lavoro nelle principali testate di nautica.
Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

magnifiercrossmenu