Buzzi 38 Stab con due Mercury Diesel 6.7L, tutto il fascino del vero offshore con motori da crociera

Debutta il Mercury Diesel 6.7L con una barca che di cruiser ha solo motori e prendisole, poi il Buzzi 38 Stab è un vero offshore e i motori non sono da meno.

Che il marchio Mercury sia sempre abbinato a prestazioni esuberanti è un dato di fatto, ma questa nomea era finora riservata ai motori Racing a benzina e ai fuoribordo Verado, i turbodiesel avevano puntato su un’immagine di affidabilità, affidandosi a una partnership con il gruppo Audi-VW che aveva fornito le basi per i TDI 3.0 e TDI 4.2, dove la sigla identifica anche la cilindrata. Per continuare la scalata su potenze superiori si è cambiata partnership e questa volta si è puntato sul sei cilindri in linea derivato dal FPT Industrial di 6,7 litri e 550 cv, almeno questa è la potenza della versione che mi appresto a provare. Volendo il motore è offerto anche nella taratura da 400 cv e 500 cv, ma qui siamo su un Buzzi Stab 38 e la potenza massima è d’obbligo. Non vedo l’ora di provarlo.

 Buzzi 38 Stab e Mercury Diesel 6.7L, il test

Il mare è agitato, meglio penso, mi divertirò di più. Guardo la mia postazione con quella manetta Mercury Racing dove gli innesti della marcia sono rigorosamente separati dagli acceleratori. Sulla strumentazione riconosco i comandi per spostare carburante e acqua per ottimizzare la distribuzione dei pesi che ovviamente non saranno usati. I sedili, a parte il civettuolo colore arancio, sono ammortizzati come si usa sugli offshore veri, ma a quel punto mi domando: i prendisole sono parte del progetto e sono la solita provocazione di Fabio Buzzi. Inutile anche chiedere che eliche sono montate sulle trasmissioni di superficie Trimax, che qui prendono il posto del pod Zeus con il quale questi motori sono proposti per il diporto. “Sono quelle giuste” è stata la sentenza senza appello dell’ingegnere di Annone Brianza (Buzzi per chi non lo sapesse) ai tecnici di Mercury Italia e come tale mi è stata girata.

Che siano quelle giuste lo capisco subito per la facilità con cui la barca entra in planata, dove fondamentale è anche la coppia decisamente generosa dei due Mercury Diesel 6.7L. Non c’è il software dei consumi e quindi mi limito ad annotare le velocità, ipotizzando che toccare i 3200 giri dei test precedenti sul lago (e i 73 nodi) sarà dura. Però non ho fatto i conti con la carena di Buzzi e con il fondamentale supporto dei due elementi pneumatici ai lati perché, tra salti e qualche botta, riesco comunque a sfiorare i 3000 giri e a raggiungere i 68 nodi! A 1750 giri siamo già in planata e poi l’accelerazione è impressionante come altrettanto impressionante è volare a quasi 70 nodi su un mare decisamente agitato.
Pubblico anche i risultati di un test fatto da Mercury qualche giorno dopo sul lago (calmo) con i relativi consumi per avere un quadro più completo delle prestazioni dei nuovi turbodiesel. Ottimi motori che aprono alla casa americana nuovi scenari e fa piacere sapere che ci sia un importante contributo della tecnologia italiana.

Non mi soffermo sulla descrizione della barca perché proprio non riesco a immaginarla utilizzabile per la crociera. Ma se si vuole fare concorrenza alle barche plurimotorizzate (sempre Mercury ma questa volta con fuoribordo Verado) che incrociano negli Emirati Arabi, questo Buzzi 38 Stab e i suoi Mercury Diesel 6.7L sarebbero certo in grado di dar loro filo da torcere. Se poi qualcuno vuol provare i prendisole si accomodi, ma abbia prima l’accortezza di far sparire gli stacchi…

Vuoi saperne di più sul Mercury Diesel 6.7L, leggi qui

I numeri del Buzzi 38 Stab

  • Lunghezza ft ……………………… m 11,40
  • Larghezza ………………………… m 3,13/2.32
  • Immersione ……………………… m 0,85
  • Dislocamento a secco …………… kg 4.800
  • Motorizzazione ………………… Mercury Diesel 6.7L 2×550 cv
  • Trasmissioni …………………… Trimax
  • Serbatoio carburante …………… l 1.040
  • Portata persone ………………… 6
  • Categoria CE …………………… B
  • Progettista ……………………… Fabio Buzzi

I numeri del Mercury Diesel 6.7L

  • Tipo ………………………… Diesel 4 tempi – 6 cilindri in linea
  • Cilindrata …………………… l 6,7
  • Alesaggio x corsa …………… mm 104×132
  • Alimentazione ……………… turbo common rail con intercooler
  • Peso ………………………… kg 721
  • Potenze ……………………… cv 480 – 500 – 550 a 3.200 giri/min

Prestazioni

  • 600 giri …………… 5,2 nodi
  • 1000 giri ………… 7,0 nodi
  • 1500 giri ………… 8,1 nodi
  • 1750 giri ………… 28 nodi
  • 2000 giri ………… 38 nodi
  • 2250 giri ………… 45 nodi
  • 2500 giri ………… 52 nodi
  • 2750 giri ………… 60 nodi
  • 3000 giri ………… 68 nodi

Condizioni della prova

  • Mare mosso, carena pulita, carburante 850 l, equipaggio 2 persone

Prestazioni nel test Mercury sul lago

  • 600 giri …………… 5 nodi …………… 3,8 l/h ……… 1,32 mn/l
  • 1000 giri ………… 7 nodi …………… 14 l/h ………… 0,50 mn/l
  • 1500 giri ………… 8 nodi …………… 36 l/h ………… 0,23 mn/l
  • 2000 giri ………… 40 nodi ………… 75 l/h ………… 0,53 mn/l
  • 2500 giri ………… 55 nodi ………… 120 l/h ……… 0,46 mn/l
  • 3000 giri ………… 68 nodi ………… 205 l/h ……… 0,33 mn/l
  • 3100 giri ………… 71 nodi ………… 215 l/h ……… 0,33 mn/l

Notizie correlate

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Copyrıght 2017 BoatMag. All Rights Reserved.