Beneteau Flyer 6.6 SpaceDeck e Mercury V6 FourStroke 175, la crociera diventa vivace

Con il Mercury V6 FourStroke 175, il tranquillo Beneteau Flyer mette le ali e conferma le ottime doti della carena AirStep… ma che motore!

Come trasformare un tranquillo cruiser in una divertente “sport boat”. Al Mercury V6 FourStroke 175 riesce molto bene questo “maquillage”, ma c’è da dire che il Beneteau Flyer 6.6 SpaceDeck offre un ottima base di partenza per avere una barca che sa essere docile e confortevole e, al contempo, brillante e sportiva.

Beneteau Flyer 6.6 SpaceDeck e Mercury V6 FourStroke 175, il test

Il Lago Maggiore non è proprio tranquillo e al resto provvedono le scie delle altre barche in prova. Sono al meeting internazionale di Mercury, voluto per presentare i nuovi fuoribordo V6 e V8 e, con il Beneteau Flyer 6.6 SpaceDeck, mi appresto a mettere alla prova il modello di accesso della nuova offerta del costruttore americano: il Mercury V6 FourStroke 175. Infatti la gamma FourStroke è quella “base”, anche se il termine è certamente riduttivo considerando il concentrato di tecnologia e soprattutto il fatto che la gran parte degli elementi è in comune con le altre due gamme più prestazionali, cioè la ProXS e la Verado, mentre la SeaPro è declinata agli impieghi più pesanti, in pratica per usi professionali. Per saperne di più sui nuovi V6 e V8 Mercury leggi qui.

Una premessa doverosa che il Mercury V6 FourStroke 175 si sente subito in dovere di smentire (forse offeso per “modello d’accesso”?) con una grintosa accelerazione che fa volare il Beneteau Flyer 6.6 a quasi 40 nodi. Unico appunto è il leggero delfinare alle alte velocità che fa pensare a un motore forse troppo potente (anche se la potenza massima consigliata è 200 cv), ma anche all’elica, una Enertia da 18”, forse non ideale e una 17” sarebbe stata più appropriata. Attestandoci però alla velocità di crociera di circa 25 nodi, tra i 3500 e i 4000 giri, si ha modo di godere al massimo del piacere di navigazione e apprezzare la carena del Flyer che trasmette la sensazione di massima sicurezza anche quando si prova a fare qualche manovra un po’ brusca. Certamente nelle prestazioni velocistiche un contributo significativo è fornito anche dalla carena AirStep che convogliando aria sull’opera viva di poppa riduce gli attriti.

Se poi si guardano i consumi, il Mercury V6 FourStroke 175 mette a segno un altro punto a suo favore: a 3500 giri e 23 nodi si consumano solo 22 l/h che, al limite di planata a circa 3100 giri e poco più di 17 nodi i litri/ora scendono a 19 l/h, quindi decisamente meglio optare per un po’ più di brio. Neppure il caso di cronometrare l’accelerazione: in meno di 3” si è in planata e, come detto, la progressione è quasi violenta, tanto da far pensare ai vecchi due tempi che tanti rimpianti hanno lasciato nei cuori dei diportisti più sportivi.

A bordo del Beneteau Flyer 6.6 SpaceDeck

La versione di mezzo dei tre Beneteau Flyer 6.6 si inserisce tra il SunDeck con pontatura prodiera e cabina e lo SportDeck tutto aperto, che forse avrebbe meritato di più l’esuberante Mercury V6 FourStroke 175. Qui si mantiene una piccola cabina, comoda per il wc e per riporre masserizie varie, mentre la prua è attrezzata con un divanetto sul perimetro e una seduta frontale sulla consolle, per trasformare il tutto in una dinette per sei persone con un tavolo che sul modello in prova non è montato. Per driver e codriver sono previste due sedute singole ruotanti, così anche in pozzetto è possibile allestire una dinette oppure, ribaltando il divanetto poppiero, creare un piccolo solarium. Non c’è che dire, la versatilità è il punto di forza di questa barca.

Leggi anche la prova del Beneteau Flyer 6.6 SunDeck

I numeri del Beneteau Flyer 6.6 SpaceDeck

  • Lunghezza ft ……………………………………… m 6,80
  • Larghezza ………………………………………… m 2,50
  • Diametro tubolari …………………………… m 0,40
  • Comparti ………………………………………… 7
  • Dislocamento (senza motore) ………… kg 1.207
  • Motorizzazione max ……………………… cv 200
  • Serbatoio carburante …………………… l 170
  • Portata persone …………………………… 8
  • Omologazione CE ………………………… C/D

I numeri del Mercury V6 Four Stroke 175

  • Tipo …………………………………… V6 64° – 4 tempi
  • Cilindrata …………………………… l 3,4
  • Alesaggio x corsa ……………… mm 92×86
  • Potenza ……………………………… cv 175
  • Regime rotazione ……………… 5000-5800 giri/min
  • Distribuzione ……………………… doppio albero a camme – 24 valvole
  • Alimentazione …………………… iniezione elettronica EFI
  • Alternatore ………………………… A 85
  • Rapporto piede ………………… 1,85:1
  • Capacità olio …………………… l 6,6
  • Peso ………………………………… kg 216

Prestazioni

  • 600 giri ………………… 2,4 nodi ………… 2 l/h ………… 59 db
  • 1000 giri ……………… 4,1 nodi ………… 4 l/h ………… 62 db
  • 1500 giri ……………… 6,1 nodi ………… 7 l/h ………… 64 db
  • 2000 giri ……………… 7,8 nodi ………… 11 l/h ……… 68 db
  • 2500 giri ……………… 8,5 nodi ………… 16 l/h ……… 71 db
  • 3000 giri ……………… 17 nodi ………… 19 l/h ……… 76 db
  • 3500 giri ……………… 23 nodi ………… 22 l/h ……… 77 db
  • 4000 giri ……………… 28 nodi ………… 32 l/h ……… 79 db
  • 4500 giri ……………… 33 nodi ………… 45 l/h ……… 80 db
  • 5000 giri ……………… 37 nodi ………… 70 l/h ……… 80 db
  • 5600 giri ……………… 39 nodi ………… 74 l/h ……… 82 db

Condizioni della prova

  • Lago leggermente mosso, carena pulita, carburante 200 l, equipaggio 3 persone

Prezzi

  • Beneteau Flyer 6.6 SpaceDeck solo scafo ……… da 19.080 euro (Iva esclusa)

Notizie correlate

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Copyrıght 2018 BoatMag. All Rights Reserved.