Novità 2019: Scanner Envy 1400, al Boot debutta l’ammiraglia

Dopo il 1100 è la volta dello Scanner Envy 1400 a segnare un nuovo traguardo per questa riuscita gamma di gommoni firmati Montemitro Design.

Non ci poteva essere location migliore del Boot di Düsseldorf per il debutto della nuova ammiraglia della gamma che più di tutte ha saputo valorizzare l’originalità e la razionalità dei progetti di Montemitro Design per Scanner Marine. Del nuovo Scanner Envy 1400 per il momento ci dobbiamo accontentare dei rendering, in attesa di vederlo in tutta la potenza dei suoi 14 metri (per la precisione 13,75 m fuori tutto per 4,20 m di larghezza) dal vivo nello stand tedesco del cantiere italiano.

Scanner Envy 1400, sono come tu mi vuoi

Il modello esposto sarà la versione open prevista per una motorizzazione entrofuoribordo. Ma è solo una delle possibilità di allestimento offerte dallo Scanner Envy 1400: infatti, si potrà optare anche per una versione fuoribordo (doppia o tripla), oppure entrobordo con eliche di superficie per una potenza massima di 1500 cv (minima 800 cv). Ma nei rendering è già stilizzata anche la versione con hardtop, a nostro parere più consona a un gommone di queste dimensioni. Come sempre sarà però l’armatore ad avere l’ultima parola, potendo sbizzarrirsi sia nella scelta di motorizzazioni e trasmissioni, sia negli abbinamenti cromatici per personalizzare al massimo il proprio Scanner Envy 1400.

Guarda anche lo Scanner Envy 1100 HT

La scelta della misura è stata definita in base alla volontà di dare allo Scanner Envy 1400 una cabina che potesse accogliere due coppie di amici per crociere di più giorni. Così il letto matrimoniale di prua è raddoppiato da quello a centro barca, lasciando il posto per una dinette e soprattutto per un ben dimensionato locale toilette separato. Ma un gommone di 14 metri risponde anche a una precisa domanda del mercato, che nei maxirib sembra privilegiare questa dimensione. Così, nell’affrontare il progetto del nuovo Scanner Envy 1400, Montemitro Design ha da un lato rispettato lo “stile Scanner” da lui stesso ideato, quindi con un’importante presenza della vetroresina su tutta la circonferenza del pozzetto, anche se nella zona di prua i due tubolari sono più visibili rispetto al 1100. Molta attenzione è stata riservata anche alla vivibilità in coperta: il solarium poppiero sulla sala macchine prevede un passaggio di teak al centro, la dinette a centro barca, servita dal completo mobile cucina, è dotata di due tavoli a scomparsa. La postazione di guida è prevista per tre persone, mentre un secondo ampio prendisole si trova a prua sopra il volume della cabina.

Notizie correlate

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Copyrıght 2019 BoatMag. All Rights Reserved.