In mezzo all’oceano a remi con i dissalatori Schenker

Una gara massacrante, come minimo un mese a remi attraverso l’Atlantico. E su 35 equipaggi partiti, 33 hanno a bordo un dissalatore Schenker.

La Talisker Atlantic Challenge non è una gara per tutti. La regata, partita da La Gomera (Isole Canarie) a metà del mese di Dicembre 2019 vede la partecipazione internazionale di 35 equipaggi, impegnati nell’intento di  attraversare l’Oceano con piccole barche a remi per testare i limiti della resistenza umana.

Quando l’acqua dolce è (quasi) tutto

L’arrivo è fissato ad Antigua, nelle Isole Caraibiche. E per dare l’idea di quanto sia faticosa una regata di questo tipo, i primi equipaggi sono già arrivati, con la vittoria di Fortitude IV che ha raggiunto il traguardo il 13 Gennaio dopo oltre 32 giorni di traversata. E dietro di loro hanno finito altri 14, mentre tutti gli altri sono ancora in mare con l’ultimo equipaggio che si trova circa a metà percorso.

I protagonisti di una avventura così estrema sono sottoposti alla forza della natura e possono contare solo sulla propria resistenza e sulle migliori attrezzature.

A bordo, il dissalatore è un equipaggiamento indispensabile poiché unica fonte di sostentamento idrico. Ma anche alimentare: l’impianto serve infatti per reidratare i cibi liofilizzati necessari al nutrimento degli  equipaggi.

Sembra quasi superfluo a questo punto ricordare come il dissalatore debba essere principalmente leggero e affidabile. E su 33 delle 35 barche in partenza sono stati scelti modelli di Schenker, tanto che l’azienda ha anche fornito un supporto tecnico in loco al momento della partenza della Talisker.

Si tratta di una buona conferma per l’azienda italiana, che ha sede a Napoli e da più di 20 anni lavora per migliorare l’efficienza dei propri dissalatori, in termini di rendimento a parità di ingombri e peso. Come abbiamo visto con la fortunata linea denominata Zen, di cui vi abbiamo parlato già su queste pagine, che sta avendo successo proprio perché si tratta di modelli piccoli, leggeri, con una buona capacità di produrre acqua dolce, e anche facili da installare e con un occhio per l’estetica.

Schenker Watermakers presenta un nuovo dissalatore e inaugura la nuova sede

Schenker Watermakers: 20 anni di acqua dolce con Schenker ZEN

Il dissalatore Schenker Zen riceve la nomination ai DAME Design Awards

Notizie correlate

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Copyrıght 2020 BoatMag. All Rights Reserved.