Azimut Verve 47: supermotorizzata per gli Stati Uniti, una party boat per il resto del mondo

Il nuovo Verve 47 di Azimut Yachts è un open con quattro fuoribordo capace di 50 nodi che porta la vita a bordo prevalentemente in pozzetto. Ma è anche molto accogliente nelle due cabine sottocoperta. Per la sua motorizzazione punta prevalentemente agli Stati Uniti, ma per l’architettura degli spazi a bordo, è perfetta per tutti i mercati.

Il Cantiere definisce questo Azimut Verve 47The ultimate boating machine”. Un eponimo piuttosto impegnativo, quindi cerchiamo di capirne il perché. Intanto diciamo subito che il progetto è un lavoro congiunto di Francesco Struglia per esterni e interni, Michael Peters per la carena, e Azimut Yachts per il progetto complessivo. A poppa, quattro Mercury Verado V8 450 forniscono in totale 1800 cavalli di potenza per prestazioni decisamente sopra la media per una barca di 14,50 metri.

Dentro è fuori

Il design esterno e interno di Francesco Struglia nasce dall’idea di creare un legame continuo con il mare. La prua reinterpreta le geometrie delle barche offshore, mantenendo il family feeling di Azimut, mentre i vetri a scafo si arrampicano verso l’alto fino a integrarsi con la falchetta e offrire così un punto in più di visione da bordo verso il mare.

Piace poi l’inedita soluzione per la timoneria, arricchita da una grande vetrata laterale che aumenta la visuale del pilota.

Il cantiere fa notare che questa soluzione, tipica dell’attività di Struglia, richiama alcuni progetti del design automobilistico, come la Lamborghini Marzal, disegnata da Marcello Gandini (1967), la Maserati Boomerang di Giorgetto Giugiaro (1971) o, più recentemente, la linea Vision GT di Lamborghini.

Il nuovo Azimut Verve 47 sfrutta gli spazi esterni con un pozzetto che si propone come una “piazza” aperta sul mare, dove c’è la dinette poppiera a tutto baglio e la zona cucina/grill/bar architettata su una lunga struttura posta di fronte e anch’essa a tutta larghezza; nel mezzo tanto spazio calpestabile, con la possibilità di estenderlo ulteriormente abbattendo la sezione di murata a sinistra e creando una spiaggetta bagno, che va a sopperire a quella mancante a poppa per via del posizionamento dei poderosi quattro Mercury da 450 cavalli, anche se a ben guardare due trampolini per i tuffi non mancano in questa zona.

Se poi si abbassa il tavolo della dinette al livello del pagliolo, tutto il pozzetto diventa una vasta zona libera per gli usi più disparati a seconda dei momenti della giornata: area pranzo, zona relax e prendisole o ambiente da party, anche notturno, completamente libero e rivolto verso il mare.

La coperta dell’Azimut Verve 47, poi, richiama, almeno idealmente, la natura dei bowrdider, una concezione molto americana e ricca di punti a favore, tanto che facciamo fatica a capire come mai in Mediterraneo il secondo pozzetto a prua non goda di uguale popolarità, visto che per approntare il tanto amato prendisole con l’aggiunta di cuscinerie amovibili sarebbe questione di un attimo.

Ma l’Azimut Verve 47, grazie al suo spazio, il prendisole nel pozzetto prodiero lo offre su una superficie fissa, con adeguata cuscineria e tanto di poggiatesta reclinabili, e si integra con un esteso divano a C, che di fatto rende quest’area assimilabile ai living dei grandi motoraycht.

La plancia di comando si sviluppa in un unico glass cockpit high tech, ovvero un mega display che raccoglie tutti gli indicatori e la strumentazione necessaria.

Una party boat con interni da open da crociera

Sottocoperta sono disponibili ben sei posti letto, ripartiti fra la cabina armatoriale a prua, la cabina a poppa e altri due posti ricavabili nella dinette. Il bagno è uno solo, ma ha la doccia separata.


A completare gli spazi, un’area storage a poppa è in grado di accogliere due seabob e un paddle board gonfiabile.


Leggi anche: Azimut Verve 40 conquista Fort Lauderdale


La carena è di Michael Peters e ha gli step con V profonda e tunnel centrale verso poppa, vale a dire la celebre Stepped ‘V Ventilated Tunnel (SVVT) creata e brevettata dal progettista americano. In sostanza consiste in uno scafo a V profonda classica, ma con due gradini trasversali e un tunnel centrale a poppa, che serve ad aumentare la stabilità longitudinale della barca in virate ad alta velocità.

L’attività di Peters ha inizio negli anni ’70, e in breve lo ha portato a diventare una autorità in ambito di carene veloci.

Azimut Verve 47 rappresenta a oggi la più grande barca sul mercato con il tipo di carena brevettato da Michael Peters, studiata per assicurare una notevole riduzione della resistenza all’acqua e performance eccellenti.

Essendo stato presentato a Miami, non stupisce che il Verve 47 sia spinto da una batteria di motori fuoribordo. In particolare, si tratta di quattro nuovissimi Mercury Verado V8, derivati dai Mercury Racing 450R: sviluppano 450 cv ciascuno e spingono la barca fino a 50 nodi, con una velocità di crociera di 37 nodi. La manovrabilità è facilitata da un joystick elettronico.


Leggi anche: Mercury Racing 450R per continuare a stupire


Una grande innovazione nel progetto complessivo è rappresentata dall’applicazione intensiva in ambito nautico di tecniche di virtual prototyping e realtà immersiva, usate per lo sviluppo del cruscotto, lo studio di visibilità, e le analisi ergonomiche del wetbar e degli interni, effettuate mediante il caschetto virtuale tipo Oculus. L’applicazione di queste tecniche ha portato a un controllo degli spazi e delle movimentazioni che in precedenza richiedevano molto più lavoro.


Leggi anche: Per i suoi 50 anni Azimut Yachts si regala tre novità e cinque eventi


I numeri di Azimut Verve 47

  • Lunghezza fuori tutto …………… 14,50 m – 47’ 7’’
  • Lunghezza LH …………… 13,97 m – 45’ 10’’
  • Baglio …………… 4,10 m – 13’ 5’’
  • Immersione …………… 1,20 m – 3’ 1”
  • Dislocamento a pieno carico …………… 17,5 t
  • Motorizzazione …………… 4 x Mercury Verado V8 450 cv
  • Velocità massima …………… 50 nodi
  • Velocità crociera …………… 37 nodi
  • Riserva carburante …………… 2.340 l
  • Riserva acqua dolce …………… 300 l
  • Cabine …………… 2
  • Letti …………… 4
  • Materiale di costruzione …………… VTR
  • Design esterni …………… Francesco Struglia
  • Design interni …………… Francesco Struglia
  • Design carena …………… Michael Peters
  • Certificazione CE …………… B

Guarda tutta la gamma Azimut Yachts nel sito del cantiere


Notizie correlate

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Copyrıght 2020 BoatMag. All Rights Reserved.