A Marina di Verbella si varano barche fino a 70 piedi con la gru da record per il lago

Da quanto risulta a Marco Diana, direttore di Marina di Verbella, una gru da 50 tonnellate non c’è in nessun porto lacustre italiano, dove il massimo è intorno alle 30 tonnellate, a parte – da ora – in questo porto affacciato sul Lago Maggiore, nel tratto di costa di Sesto Calende.

A Marina di Verbella si aumenta di peso, ma fortunatamente parliamo solo della nuova gru da 50 tonnellate, che il proprietario del porto ha acquistato in sostituzione di quella da 20 che è stata in servizio finora e che, al di là della portata, era ormai obsoleta anche del punto di vista progettuale.

Ma serve davvero una gru così grossa, per barche fino a 70 piedi, in un porto di lago? Sì. Per due motivi.

Il primo è che si naviga grosso anche sui laghi, dove non è per nulla raro trovare imbarcazioni di 60-70 piedi e anche oltre.

Il secondo motivo è che può risultare strategico per attirare sul lago Maggiore nuovi armatori di grandi yacht, che a Marina di Verbella possono trovare servizi adeguati a loro non solo nell’ambientazione del porto, che qui è già di un certo prestigio, ma anche per i servizi più strettamente legati alla barca.

“Da quanto mi risulta, la gru più grande presente in un porto di lago è intorno alle 30 tonnellate”, dice Marco Diana, direttore di Marina di Verbella.


Leggi anche: Marina di Verbella, sul lago Maggiore un porto sempre più internazionale


Una nuova gru, ma anche una nuova sfida

La nuova gru da 50 tonnellate è stata per Marina di Verbella non solo un investimento, ma anche una sfida, sia in termini economici sia strutturali, che inizialmente ha suscitato pure qualche scetticismo in alcune aziende che hanno rifiutato l’incarico di effettuare i lavori di installazione della gru.

Dubbi effettivamente sorti a ragion veduta, perché questa gru pesa quasi tre volte in più di quella da 20 tonnellate e non era così scontato che una darsena costruita negli anni Cinquanta potesse reggere tale portata.

Ma alla fine, dopo tutte le prove di carico effettuate con l’ingegnere Luca Daverio, la certificazione di fattibilità è arrivata e l’azienda Ascom si è presa carico di rendere operativa la gru da 50 tonnellate.

Quattro motori e quattro punti di sollevamento per la nuova gru

La gru da 20 tonnellate in servizio finora era dotata di un solo motore e del gancio centrale con un bilancino, che permetteva un solo punto di sollevamento.

La nuova gru da 50 tonnellate è molto più sofisticata, perché ha quattro motori indipendenti da 12,5 tonnellate sincronizzati fra loro, più due carri ponte traslanti. E i punti di sollevamento diventano quattro, a tutto vantaggio di una maggiore sicurezza.

Marina di Verbella del resto lavora molto con barche di grossa stazza, anche oltre le 20 tonnellate, quindi un ricambio che potesse ampliare il campo d’azione era diventato ormai necessario, ma arrivare fino alle 50 tonnellate è un evento che segna anche un record per un marina situato su un lago, ma soprattutto aiuta gli armatori di imbarcazioni fino a 70 piedi di avere vita più serena nella gestione della barca sul lago Maggiore.

Marco Diana, direttore di Marina di Verbella.

“Ringraziamo l’ingegner Schedoni e tutto il magnifico staff di Ascom Spa per aver permesso di veder realizzata la nostra idea”, conclude il direttore di Marina di Verbella, Marco Diana.


Clicca ed entra nel sito ufficiale di Marina di Verbella


Leggi anche: Relake, il noleggio alla portata di tutti per navigare sul lago Maggiore senza pensieri


Notizie correlate

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Copyrıght 2021 BoatMag. All Rights Reserved.