Da 115 a 350 cv, la tecnologia Suzuki drive by wire è la più ampia fra i fuoribordo

Con il lancio degli ultimi due modelli (il DF115 e il DF140) ora il Suzuki drive by wire è disponibile sui fuoribordo nel range da 115 a 350 cavalli. Si tratta della gamma più ampia nel segmento.

Eliminare completamente i collegamenti meccanici fra comandi di guida e motore: questo è in sintesi il significato dell’espressione drive by wire.

Prima si è diffusa sugli aerei, per il controllo dei flap e dei motori, poi sulle auto (prima l’acceleratore, poi il servosterzo non più idraulico ma elettrico), ed è infine approdata, come spesso accade, al settore nautico.

Suzuki ha puntato fin da subito al drive by wire, e con il lancio dei Suzuki DF115BG e Suzuki DF140BG ora vanta la gamma più estesa di fuoribordo con questa tecnologia.

Da 115 a 350 cavalli, il Suzuki drive by wire è quasi per tutti

I due ultimi modelli di fuoribordo Suzuki sono freschi di uscita, perché stati presentati a ottobre 2020 in occasione del 60° Salone Nautico di Genova, e sono anche i primi fuoribordo a introdurre per primi il drive by wire nella loro fascia di potenza.

Con la tecnologia by wire i comandi impartiti da chi è alla guida non raggiungono il motore attraverso cavi e leveraggi, ma vengono acquisiti da un sensore che li converte in un segnale elettronico digitale.

Il vantaggio che si percepisce di più è nel feeling che tale tecnologia è in grado di garantire, in termini di gestione della potenza e innesti delle marce. La parzializzazione del gas, o il passaggio dalla folle alla marcia avanti o indietro, avvengono in maniera molto più morbida e immediata.

Attraverso una rete dati, il segnale elettronico digitale passa a un’unità di attuazione elettromeccanica collegata direttamente al motore. I comandi viaggiano dentro un cavo elettrico, eliminando i problemi delle parti meccaniche in termini di installazione e usura.

Il percorso del Suzuki drive by wire è iniziato anni fa col debutto dei motori V6 elettronici, ovvero i Suzuki DF250AP, DF300AP, DF350A, DF300B.

Da lì si è scesi ai 4 cilindri ad alte prestazioni, come il DF200AP, che è stato il primo fuoribordo a offrire il drive by wire nei 200 cavalli, condiviso con i DF150AP e DF175AP. Per arrivare allo scorso ottobre con il lancio dei Suzuki DF115BG e DF140BG.


Scopri di più sui nuovi Suzuki DF115BG e DF140BG


Suzuki drive by wire fuoribordo

In una lotta senza esclusione di colpi (tecnologici) fra concorrenti, Suzuki mette da parte questo primato e persegue nella sua linea che si rifà allo slogan “The ultimate outboard motor”.

E siamo sicuri che nei prossimi tempi vedremo il drive by wire su motori sempre più piccoli, per diventare davvero alla portata di tutti.


Scopri tutti i modelli Suzuki e quelli disponibili con il by wire sul sito di Suzuki Italia


Non perdere l’offerta di primavera/estate! Arriva il finanziamento Suzuki: zero rinunce e zero interessi per acquistare il fuoribordo


Notizie correlate

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Copyrıght 2021 BoatMag. All Rights Reserved.