Rio Yachts, dai 40 anni di un modello speciale al Nauticsud 2019

Era appena diventato “maggiorenne” quando il cantiere Rio Yachts, esplorando il mondo delle griffe della moda, ebbe un incontro illuminante con Roberta Di Camerino, all’epoca una delle stiliste italiane di fama internazionale, che si prese l’incarico di “vestire” il neonato Rio 580 Cabin.

Anno 1979, il cantiere Rio Yachts era al suo diciottesimo anno di attività e già allora, proprio come oggi continua a fare buona parte della cantieristica italiana, guardava con intraprendenza ai mercati d’oltreoceano, quello americano in particolare. L’intenzione era di esportare negli Usa il tanto apprezzato made in Italy, ma con una nota in più, quella del look esclusivo disegnato da una stilista. Ovviamente italiana.
Non ho riscontri su chi possa essere stato il primo cantiere nautico ad associare il proprio prodotto a una griffe della moda ma, visto che stiamo parlando di esattamente quarant’anni fa, posso dire che ciò che oggi è un’azione di marketing molta utilizzata, quella di Rio Yachts dell’epoca sia stata fra le prime iniziative in questo senso. E forse al tempo stesso è stato il seme che oggi ha dato luogo alla propensione del cantiere a rendere totalmente personalizzabili nello stile le barche di ogni armatore.

La stilista Roberta di Camerino posa accanto alla “sua” versione del Rio 580 Cabin. Era il 1979.

La foto in bianco e nero non rende appieno l’idea dell’intervento di Roberta di Camerino sul Rio 580 Cabin, che proprio nel 1979 debuttava, ma la colorazione scura “ton sur ton” fra scafo e coperta, rotta da un grande elemento di design astratto lungo le murate, denota il tocco di personalità stilistica per quegli anni. Anche in cabina e in pozzetto il gioco di colori è stato l’elemento preponderante nella creazione di uno stile ad hoc per il Rio 580 Cabin by Roberta di Camerino.

Dagli open degli esordi ai grandi cruiser di oggi… sempre con stile. L’occasione del prossimo Nauticsud

Sono passati 40 anni da quell’esperienza e Rio Yachts nel frattempo ha cambiato pelle. Attraverso le diverse evoluzioni dettate dalle varie epoche, il cantiere beragamasco ha oggi una gamma di cruiser piuttosto articolata e sempre coerente con le tendenze del tempo, sia dal punto di vista progettuale e pure dell’innovazione, sia stilistico, sfera quest’ultima lasciata nelle mani di un altro personaggio altrettanto intraprendente e visionario, quale è il designer Marino Alfani.

Conosci meglio Marino Alfani cliccando qui

Se volete avere riscontro diretto sulla realtà di Rio Yachts, l’occasione la potete avere al volo, andando al Nauticsud, in programma alla Mostra d’Oltermare di Napoli da domenica 9 a domenica 17 febbraio.

Qui, infatti, Rio Yachts sarà presente con tre modelli della sua ben più folta produzione:

Colorado 44

Leggi qui la nostra prova

° ° ° ° ° ° ° ° ° °

Paranà 38

Leggi qui la nostra prova

Guarda la custom edition

° ° ° ° ° ° ° ° ° °

Espera 34

Guarda la custom edition 2018

Potrete visitare in fiera e testare successivamente in mare non solo queste barche ma anche altri modelli di Rio Yachts, grazie all’insediamento del cantiere a Napoli con una filiale diretta, il cui responsabile commerciale è Maurizio Micillo.

Notizie correlate

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Copyrıght 2019 BoatMag. All Rights Reserved.