Ranieri International Cayman 23.0 Sport, sette metri di divertimento

Agile, spazioso, sicuro e parco nei consumi. Cosa pretendere di più da questo Ranieri Cayman 23.0 Sport che inaugura, con il 26.0 Sport, una nuova generazione di gommoni by Ranieri International. 

Un metro in meno e non sentirlo, anzi… È questo il primo commento che mi viene spontaneo dopo essere “saltato” dal nuovo Ranieri International Cayman 26.0 Sport a questo altrettanto nuovo Ranieri Cayman 23.0 Sport, che sono i due modelli che hanno il compito di ridefinire la gamma di gommoni di medie dimensioni di Ranieri International.

La felice intuizione di affiancare all’affermata produzione di barche rigide quella di battelli pneumatici è ampiamente risultata azzeccata ma, proprio per questo, all’escalation di misure non era finora seguita anche una rivisitazione dei modelli più datati.

Invece, per la stagione 2021, ecco le nuove versioni di due autentici cavalli di battaglia nelle fasce di metratura fra le più battute dal popolo dei gommonauti, quelle degli otto e dei sette metri.

Il Ranieri Cayman 23.0 Sport in prova si ritrova ad affrontare condizioni piuttosto difficili di mare, dove il metro in meno rispetto al Cayman 26.0 che ho testato nelle stesse condizioni, poteva farsi sentire, ma questo sarà l’argomento del test.

Ranieri Cayman 23.0 Sport, spazi ben godibili

Adesso preferisco concentrarmi sulla coperta del Ranieri Cayman 23.0 Sport, che non modifica sostanzialmente il layout, ma sa sfruttare meglio gli spazi a tutto vantaggio della sua vivibilità.

Sette metri talmente ben sfruttati per il Ranieri Cayman 23.0 Sport, che la differenza con il modello maggiore non si sente e, anzi, alcune soluzioni, come per esempio il tavolo ribaltabile a poppa, mi piacciono di più di quello smontabile.

Questo rende ulteriormente accogliente la zona poppiera del Ranieri Cayman 23.0 Sport: lo schienale del divanetto è ribaltabile per trasformarlo in un piccolo solarium, il già citato tavolino crea la dinette e un grande gavone sotto il divano permette di stivare dotazioni e tanto altro. Facile anche l’accesso alle plancette poppiere, con quella di sinistra dotata di scaletta di risalita dal bagno.

Il rollbar può piacere o meno (a me non piace), ma questo allestimento in tubo scelta da Ranieri International lo rende meno opprimente di quelli in vetroresina e poi è comodo per la gestione del tendalino che d’estate è irrinunciabile.

La struttura centrale offre altro spazio per riporre indumenti e altro e, immagino, anche accogliere un eventuale frigorifero. Comoda la doppia seduta (una delle novità di questo gommone di Ranieri International), con l’opzione di poter scegliere la posizione di guida, mentre semplice quanto razionale è la plancia, il cui arredo è affidato ai monitor di plotter e motore, con quello Suzuki davvero chiaro e ben leggibile. Il tutto è completato dalla manetta elettronica del costruttore giapponese che abbiamo già avuto modo di apprezzare e da un protettivo parabrezza che offre anche un solido appiglio.

La zona prodiera conferma le doti di questo Ranieri Cayman 23.0 Sport offrendo un grande prendisole che si prolunga fino quasi alla consolle, senza però impedire il passaggio, ma anzi costituendo un eccellente postazione per intrattenersi con chi sceglierà l’accogliente seduta frontemarcia.

A completamento del pozzetto del Ranieri Cayman 23.0 Sport, una generosa dotazione di tientibene sul tubolare lasciano tranquilli per la sicurezza nelle navigazioni più agitate. E, per quest’ultimo aspetto, è interessante verificare anche la nuova carena, leggermente modificata rispetto alla precedente, con i pattini maggiormente convergenti verso prua.

Ranieri Cayman 23.0 Sport, un go-kart del mare

Navigazione agitata (a bordo siamo in due) quella che ci accingiamo ad affrontare per portare il Ranieri Cayman 23.0 Sport alla sua velocità massima che fissiamo, nonostante il mare tutt’altro che amichevole a causa di un forte vento, a 39 nodi a 5.500 giri con il trim al 50%.

Eppure è proprio in questa difficoltosa escalation velocistica per esigenze di test che ho subito modo di apprezzare le doti di questo nuovo gommone in versione 2021 di Ranieri International, che si mostra ben bilanciato e morbido nel passaggio sulle onde corte e secche sia al traverso sia di prua.

Quindi promuoviamo la carena, ma direi tutto l’insieme del Ranieri Cayman 23.0 Sport, dando il giusto merito anche al Suzuki DF175, il quattro cilindri in linea di 2,8 litri dotato di un’elica 16”x21.5”.

Parlare di motore senza citare i consumi è impossibile e lo strumento Suzuki ce li comunica in termini di miglia nautiche/litro e come tali ve li proponiamo, una misurazione poco utilizzata ma sicuramente migliore per definire i regimi migliori per una navigazione economa.

Sulla versione 2021 del Ranieri Cayman 23.0 Sport li individuiamo attorno ai 2 mila giri, quindi poco oltre il minimo di planata che è a 1800 giri a 7 nodi. Ma è da valutare anche una navigazione più veloce, tra i 4.500 e i 5.000 giri, dove con l’ausilio del trim si possono mettere a segno economie di esercizio interessanti.

Non voglio però che queste disquisizioni sui consumi distolgano l’attenzione dall’altro aspetto fondamentale che emerge da questo test: il Ranieri Cayman 23.0 Sport è un gommone di una totale godibilità, pronto a rispondere in maniera sicura anche alle manovre più estreme e al contempo docile ai comandi e stabile in navigazione.

Non mi sottraggo alla prova di accelerazione: 3,8” per planare e 8,5” per raggiungere i 30 nodi, il tutto con un rumore abbastanza contenuto se, riparando il fonometro dietro al parabrezza, quindi un po’ lontano dal motore, registro 59 db al minimo, 70 db e 81 db rispettivamente a 2 mila e 4 mila giri.

Non credo sia il caso di aggiungere altro: il Cayman 23.0 Sport mi è piaciuto molto, si era capito?

I numeri del Ranieri International
Cayman 23.0 Sport

Lunghezza ft
7,10 m

Larghezza
2,80 m

Diametro Tubolari
0,60 m

Compartimenti
5

Dislocamento
700 kg

Serbatoio carburante
205 l

Serbatoio acqua
45 l optional

Portata persone
16

Motorizzazione
Fuoribordo min 100 cv – max 250 cv

Omologazione Ce
B



Prestazioni

Regime Velocità Consumo
rpm nodi Miglia nautiche/litri
650 2,0 2,2
1000 3,0 1,4
1500 5,0 1,0
2000 8,0 0,8
2500 10 0,9
3000 16 1,1
3500 22 1,1
4000 26 1,0
4500 30 0,8
5000 34 0,7
5500 39 0,7

Articolo pubblicato il 19 agosto 2019 da Claudio Russo

Ranieri Cayman 23.0 Sport novità 2021, più che un restyling un progetto tutto nuovo

Il Ranieri Cayman 23.0 Sport è un restyling che cambia notevolmente questo modello, al punto da poterlo considerare un gommone tutto nuovo. È il più piccolo fra le novità 2021 di Ranieri International, ma la sua lunghezza di 7,10 metri lo pone in una fascia dimensionale di grande interesse per chi naviga con tanti amici o per la famiglia con figli.

La sfera dei sette metri nell’ambito dei gommoni è una delle più captate dai radar dei diportisti da uscite giornaliere e Ranieri International aveva subito calcato l’onda con il Cayman 23.0 Sport fin dal suo esordio nel mercato dei battelli pneumatici.

Ora, a distanza di tempo, è logico rinnovare, ma perché fare un nuovo modello, magari solo di un piede in più, quando il Cayman 23.0 Sport è già ben posizionato in questa fascia di mercato? Meglio mantenere la sua identità, ma rinnovarla fino a farla diventare un’identità del tutto nuova.

Ecco allora la nuova versione 2021 del Ranieri Cayman 23.0 Sport, che è stato uniformato all’estetica generale di tutte le altre novità di Ranieri International, ed è stato rivisto nel dimensionamento dei complementi d’arredo in pozzetto.

Dal punto di vista estetico, il nuovo Ranieri International Cayman 23.0 Sport presenta quindi la cuscineria beige e un’inedita consolle di comando completamente nera, che dà al gommone un tono in più di temperamento sportivo, a differenza della versione uscente, che presentava un pozzetto tutto bianco.

Anche il rollbar, che raccoglie il tendalino a riposo, contribuisce al look sportivo del Ranieri Cayman 23.0 Sport novità 2021, ma a un’analisi più dettagliata della coperta, si nota quanto invece il pozzetto ingentilisca questo gommone con i suoi ampi spazi e arredi.


Leggi anche: Debutta a Cannes il nuovo Ranieri Cayman 28.0 Executive


La coperta del Ranieri International Cayman 23.0 Sport è stata completamente rivista con nuovi elementi di comfort, pur mantenendo ovviamente la conformazione classica di un gommone di queste dimensioni.

Il Ranieri Cayman 23.0 Sport presenta quindi un divano poppiero con lo schienale abbattibile per trasformarlo in un prendisole, cosa decisamente molto apprezzabile e poco comune per un natante con fuoribordo.

Altro elemento a ribalta è il tavolo inserito nello stand-up di sostegno del divano di comando, che può essere estratto solo nel momento in cui si vuole formare una dinette, risparmiando così non solo lo spazio quando il tavolo non serve, ma evita anche la necessità di movimentarlo per stivarlo come succede con i tavoli amovibili.

Bella la plancia di comando del Ranieri Cayman 23.0 Sport, che lascia spazio all’elettronica senza trascurare nemmeno quel tocco estetico che vede tre cornici bianche a delimitare le diverse sezioni: tastiera, plotter, display del motore.

Come per i modelli più grandi, anche il “piccolo” Ranieri Cayman 23.0 Sport ora offre al pilota e al copilota un divano a due posti con la comodità dei braccioli e le sedute ribaltabili per poter timonare in piedi e usare la seduta stessa come appoggio lombare.

La consolle naturalmente è centrale così da lasciare spazio ai due “passavanti” che permettono di accedere in sicurezza a prua, dove si trova una poltrona fronte marcia e un prendisole a tutta larghezza in grado di accogliere fino a tre persone.

Pur essendo più piccolo del 26.0, il Ranieri International Cayman 23.0 Sport ne mantiene la larghezza di 2,80 metri, ma rimane carrellabile a tubolari sgonfi, ed è stato rivisto nelle linee di carena.


Leggi anche: Non un semplice restyling per il Cayman 26.0 Sport novità 2021


Il motore è un fuoribordo, per una potenza massima di 250 cavalli, mentre quelle consigliate da Ranieri International per un buon rapporto fra prestazioni e costi d’esercizio sono di 150 e 175 cavalli, ed è proprio un Suzuki di 175 cavalli che il cantiere ha usato per i primi test del Ranieri Cayman 23.0 Sport.

La presentazione del Ranieri International Cayman 23.0 Sport al grande pubblico è prevista ai prossimi saloni d’autunno a partire dal Cannes Yachting Festival a inizio settembre.


Guarda tutti i modelli Cayman sul sito di Ranieri International


Notizie correlate

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Copyrıght 2020 BoatMag. All Rights Reserved.