È arrivata la nuova generazione di Volvo Penta Electronic Vessel Control

Il Volvo Penta Electronic Vessel Control (EVC) system riceve una nuova architetture dell’impianto elettrico, ma soprattutto offre ulteriori funzioni come un connettore singolo e la possibilità di gestire indipendentemente le funzioni EVC per la barca e per la trasmissione.

Il Volvo Penta EVC è stato lanciato per la prima volta nel 2003, e si è in breve affermato come sistema completo grazie a funzioni e compatibilità come Joystick Docking, Dynamic Positioning System e Glass Cockpit. In queste stesse pagine ci sono diversi articoli che ne parlano.

Integrare per semplificare

Proprio il sistema EVC ha consentito all’azienda di integrare questi sistemi in tutta la barca, soddisfacendo la missione di Volvo Penta di consentire un modo facile di andare in barca, “Easy Boating” come recita il loro claim.

Con l’introduzione del sistema EVC 2, Volvo Penta offre ora un aggiornamento rilevante, con una nuova architettura della parte elettrica che garantisce download più rapidi del software, diagnostica e tracciabilità migliorate, oltre a garantire la prospettiva di aggiornare a funzionalità nuove nel futuro.
Uno degli obiettivi dell’evoluzione era rendere l’EVC più indipendente dalla trasmissione: il motore è l’unità di propulsione e l’EVC è la piattaforma elettrica che ne controlla funzionalità e caratteristiche.

Volvo Penta afferma che il nuovo EVC 2 porta vantaggi anche ai costruttori. In particolare, offre ai Cantieri una maggiore flessibilità nel processo di produzione, ordine, produzione e consegna.

Una caratteristica chiave del Volvo EVC 2 è il cosiddetto On-Board Maintenance Assistant, ovvero un assistente di bordo alla manutenzione, che informa gli utenti sulle date per effettuare il tagliando, oltre a tenere traccia delle informazioni di assistenza e diagnosi passate, con un orologio in tempo reale. Combinato con il sistema steer-by-wire, che è ora standard sia nel caso di installazione singola che doppia della nuova trasmissione entrofuoribordo DPI (ne abbiamo scritto di recente, qui: Da Volvo Penta ecco le novità su IPS ed entrofuoribordo Aquamatic), l’Electronic Vessel Control è in grado di gestire funzionalità come Low speed e DPS (Dynamic Positioning System) su una più ampia gamma di applicazioni.

Arriva il Volvo Penta Self-Docking: fra poco non dovremo neanche più manovrare per l’attracco

Grandi novità da Volvo Penta per navigare sempre più facile

La piattaforma EVC 2 ora ha un solo punto di connessione, indipendentemente dal numero di motori presenti nell’installazione. Ciò migliora la facilità di manutenzione, oltre a ottimizzare download e diagnostica del software.

Volvo-Penta-Glass-Cockpit
Glass Cockpit

Volvo Penta afferma che il nuovo EVC 2 porti alcuni vantaggi anche ai costruttori. In particolare, la sua architettura elettrica modificata consente di collegare più funzioni all’ecosistema della barca, offrendo ai Cantieri una maggiore flessibilità nel processo di produzione, ordine, produzione e consegna.

Volvo Penta Easy Connect si migliora, grazie al feedback degli utenti

Volvo Penta Glass Cockpit, governare con un dito

In futuro l’Electronic Vessel Control 2 fungerà da sistema primario per attivare la diagnostica remota e la connettività. Costituirà la base per collegare tutte le funzionalità future di una barca, e consentirà di caricare (proprio con un upload software) nuovi servizi in qualsiasi parte del mondo. E se pensiamo a dove sta andando il settore auto, ci possiamo rendere conto che Volvo Penta è sicuramente sulla strada giusta.

Notizie correlate

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Copyrıght 2019 BoatMag. All Rights Reserved.