Azimut S8, un grande grande cruiser con prestazioni da open sportivo

Il nuovo Azimut S8 misura 24,63 metri e viaggia fino a 34 nodi. Tra tecnologia e comfort si rivela come un grande cruiser che esprime un’immagine e un temperamento sportivo. Presenta ambienti di gran gusto in un buon equilibrio fra lusso e informalità. Sostituisce il 77S.

Inaspettato e annunciato all’ultimo minuto al Cannes Yachting Festival 2019, ce lo siamo ritrovati bello e splendente in banchina. Uno yacht che brilla non solo per il suo scafo argento da “silver bullet”, ma soprattutto per il livello tecnologico raggiunto. Non a caso si è subito aggiudicato il premio di Best Evolution Product ai World Yachts Trophies di Cannes.

La gamma S, lo ricordiamo, è quella dei grandi cruiser open con hard top realizzata dal cantiere di Avigliana. Lo sport in versione lussuosa in poche parole.

Ma è anche la gamma sempre pronta e in prima linea quanto a studio e utilizzo di innovazioni tecnologiche e materiali all’avanguardia, infatti Azimut S8 è un 24,63 metri con un layout interno interessante.



Lavorando con attenzione su spazi e volumi, il progettista Francesco Guida ha creato un piano intermedio tra main deck e lower deck da dedicare alla cucina, in modo che non interferisca tra i salotti e le zone pranzo interne ed esterne del ponte principale e, al tempo stesso, lasci liberi sottocoperta gli spazi per avere quattro cabine ospiti tutte con il proprio bagno.

Il concept e il design esterno sono invece firmati da Alberto Mancini, che ha creato linee tese in un look generale sinuoso e armonioso.


L’Azimut S8 è una barca in sintonia perfetta con gli altri modelli della gamma S, ovvero con un’impronta molto dinamica a rinforzare il concetto di barca sportiva, ma senza mettere in ombra il raffinato gusto dell’eleganza.


È realizzato in vetroresina con inserti in carbonio utilizzati non solo per impreziosire il look (si sa, oggi il carbonio piace molto) ma anche per alleggerire l’imbarcazione.


Il carbonio lo si ritrova in coperta, nel flybridge e nella piattaforma a poppa.


L’Azimut S8 monta una tripla motorizzazione Volvo Penta Ips per un totale di 3.000 cavalli, che si traducono in una velocità massima di 34 nodi e una di crociera di 27, secondo i dati rilevati dal cantiere.


Leggi di più sul Volvo Penta D13 da 1000 cv


A bordo una serie di sistemi semplificano la gestione: l’Active Trim Control regola automaticamente l’assetto longitudinale e garantisce più efficienza nei consumi, il joystick driving mantiene la rotta a tutte le velocità con grande controllo. C’è poi un sistema integrato di controllo e monitoraggio che si interfaccia anche con le utenze di bordo.


Lo slancio del lunghissimo ponte di prua, tipico delle barche sportive, è stato sfruttato per una ampia lounge, con divani a C attorno a un tavolo e prendisole. Al vertice di prua resta lo spazio per le manovre di ancoraggio.


Sfuggente e basso è il parabrezza del fly ed è l’unico elemento che, guardando lo yacht da fuori, “tradisce” la presenza del ponte di controplancia.


Una volta saliti sul fly ci si trova in un salotto confortevole, compatto e ben organizzato con zona pranzo e spazi relax, oltre alla consolle di comando.


L’anima sportiva dell’Azimut S8 impone linee tese e aerodinamiche in navigazione. Ma all’ancora il sistema Pivoting Platform Expander entra il funzione e spalanca la spiaggetta sul mare: il beach club è ampio e ha alle spalle il garage con il tender e i watertoys.


Il pozzetto ricalca l’impostazione dei classici e più piccoli open con il grande prendisole a poppa. Ma qui è tutto in taglia “XL”. I quasi 25 metri di lunghezza e 5,55 di larghezza fanno la loro parte.


All’interno due i decor tra cui scegliere: Perla Nera e Platinum. Qui nel servizio fotografico la versione Perla Nera con il suo gioco continuo di alternanze tra chiaro e scuro.


Uno stile fresco in un ambiente, “molto villa sul mare”. A bordo, nel salone, si pranza in una zona a tutto vetro, tra parabrezza, vetrate laterali e il top a cielino.


Divani e mobili hanno forme morbide e arrotondate e vanno a bilanciare le geometrie sul cielino, in un gioco ritmato e per certi dettagli un po’ psichedelico.

Una volta aperta la porta a vetri, gli interni e gli esterni diventano un unico open space.


La cucina chiusa su un ponte intermedio è una delle caratteristiche del layout dell’Azimut S8. Una soluzione che permette di circoscrivere questa zona e isolarla dagli ospiti.


Anche le due cabine equipaggio hanno circuiti separati e un accesso tramite una porta laterale a poppa.


Sul lower deck si concentra la zona notte. Al centro la cabina armatoriale a tutto baglio (sopra), a prua la Vip. Tra loro, le due doppie (sotto).

Per le dimensioni generose delle cabine e del garage del tender bisogna ringraziare anche la motorizzazione Ips di Volvo Penta, non solo perché vanno in posizione più arretrata, ma anche per le misure ridotte dei propulsori, che hanno permesso di avere una sala macchine più compatta.


I numeri dell’Azimut S8

Lunghezza fuori tutto
24,63 m

Lunghezza scafo
22,98 m

Larghezza max
5,55 m

Motorizzazione e trasmissione
3 x 1000 cv Volvo Penta Ips1350

Velocità massima
34 nodi

Velocità crociera
27 nodi

Serbatoi carburante
4000 l

Serbatoi acqua dolce
1100 l

Cabine
4 +2 equipaggio

Servizi
4 +1 equipaggio

Categoria Ce
A


Scopri tutta la gamma S di Azimut Yachts. Clicca qui


Notizie correlate

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Copyrıght 2020 BoatMag. All Rights Reserved.